Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Economia > Assunzioni disabili, ministeri inadempienti

Assunzioni disabili, ministeri inadempienti

Maggiori controlli sulle assunzioni dei disabili negli enti pubblici, calcolo dell'Isee su base individuale e non familiare per i portatori di handicap e liberalizzazioni nel mercato degli ausili per i disabili.

Sono queste in estrema sintesi le richieste che la parlamentare del Pd Ileana Argentin, responsabile dei diritti della disabilità del partito e membro della commissione Affari Sociali della Camera, ha sottoposto al ministro del Lavoro Elsa Fornero. “Ho incontrato il ministro – ha dichiarato Argentin - ed è stata molto accogliente. Le ho illustrato alcuni punti fondamentali che un governo tecnico ha il dovere di fare”.

Per prima cosa, ha aggiunto, “ho denunciato al ministro il fatto che tutti i ministeri sono inadempienti rispetto alle assunzioni dei disabili. In base alla legge 68 sul collocamento obbligatorio, che prevede l'assunzione di una persona disabile ogni 35 normodotate, tutti i ministeri sono inadempienti”.

“Non solo – ha denunciato ancora Argentin - uno scandalo ulteriore è rappresentato dal Ministero della Difesa che assume i figli disabili dei propri dipendenti assegnandogli un punteggio maggiore nei bandi di concorso, a scapito di altri disabili. In questo modo sono totalmente negate le pari opportunità”.

L'altra questione fondamentale sottoposta all'attenzione del Ministro, ha evidenziato la parlamentare Pd è quella sull'Isee che per le persone disabili “deve essere calcolato su base personale e non su base familiare”. Infine la questione liberalizzazioni. “È allucinante che nessuno parli di liberalizzare il mercato degli ausili per i disabili. Basti pensare che per comprare la batteria per una carrozzina elettronica, i disabili sono sempre costretti ad andare dalle stesse aziende e non ci sono possibilità di pagare meno in nessun modo.

Le aziende – ha rilevato - non essendoci concorrenza, fanno "cartello" imponendo i prezzi e attuando una vera e propria speculazione”. Il ministro, ha raccontato ancora Argentin, si è impegnato ad “attuare maggiori controlli, sia sul versante assunzioni che su quello degli ausili mandando anche ispettori. È stata molto attenta ma ha più volte messo di fronte la crisi. Si sono comunque poste le basi per iniziare a lavorare insieme”.

Lasciare un commento

Pour réagir, identifiez-vous avec votre login / mot de passe, en haut à droite de cette page

Si vous n'avez pas de login / mot de passe, vous devez vous inscrire ici.


FAIRE UN DON


Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità