• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Arrestato il consigliere Regionale Roberto Conte. E non è la prima (...)

Arrestato il consigliere Regionale Roberto Conte. E non è la prima volta

Non trova pace Roberto Conte, consigliere regionale del Gruppo Misto. Per lui stamattina è scattato l’ordine di custodia cautelare nell’ambito di un’inchiesta del pm Filippo Beatrice. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata ai danni della Regione Campania, insomma non proprio una bazzecola per un uomo che le cronache giudiziarie hanno portato più volte alla ribalta.
 
Nel dicembre 2007 rientrò in un’inchiesta per reati contro la pubblica amministrazione che vide l’arresto di 13 tra imprenditori, dirigenti e funzionari del comune di Napoli e del consiglio regionale e nel gennaio 2008 invece gli fu contestato il reato di concorso esterno in associazione mafiosa in quanto avrebbe ricevuto, durante la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale del 2001, l’appoggio del clan Misso promettendo in cambio un aiuto politico per il controllo della gare d’appalto per pubbliche forniture. Un’accusa, questa, che gli costò il posto nel Partito Democratico, che decise di sospenderlo in seguito alle diverse azioni giudiziarie contro di lui.
 
L’accusa nasce nell’ambito delle indagini che la Procura di Napoli e la Guardia di Finanza hanno fatto sulla Deco Consulting srl, una società specializzata in attività di consulenza e di organizzazione di eventi. Ma questa, secondo le indagini, era semplicemente una copertura perché, fino alla liquidazione della società, avvenuta nel 2007, la società, composta in prevalenza da persone della segreteria del consigliere regionale, non aveva mai realmente svolto le attività per cui era nata, ma si legge che “le reali finalità della compagine erano quelle di conseguire indebiti contributi regionali”.
 
Una società, insomma, creata al solo scopo di incassare i contributi della Regione.
 
L’ennesimo scandalo quindi per Conte, politico molto conosciuto e potente, nato all’ombra della Dc, fino a essere accolto, nel 1994 dai Verdi, con i quali è stato assessore del comune di San Giorgio a Cremano. È stato, inoltre, due volte assessore provinciale con le giunte Lamberti. Dalla provincia poi tentò il passo alla Regione, dove fu eletto con 31 mila voti (quelli di cui si sospetta lo zampino di Misso) e passò alla Margherita, per poi passare al PD, dal quale, come detto è stato sospeso.
 
Assieme a lui le persone destinatarie delle ordinanze cautelari sono Emanuele Cameli ai domiciliari, come lo stesso Conte, per Luisa De Luca, Pasquale Salvio, Corrado Sannino e Carlo Sarno, invece, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Commenti all'articolo

  • Di franca (---.---.---.252) 2 aprile 2009 21:28

    Un appello ai partiti : per favore non candidate + tali personaggi
    Per la legge chi non è dichiarato colpevole con una sentenza (o più?) deve essere libero, ma anche i partiti e gli elettori a questo punto dovrebbero essere liberi (anzi : direi obbligati) 
    N O N candidare più tali persone ad amministrare la "cosa" pubblica -
    Questi trasformisti DC - VERDI - MARGHERITA - PD OPPORTUNISTI che passano da una poltrona all’altra senza ritegno, senza un’ideale vedi l’ON. Mastella (caso eclatante), l’on. De Gregorio etc. etc.
    BASTA non ne possiamo più!

  • Di enzino (---.---.---.0) 1 maggio 2009 19:34

    il comportamento dell’onorevole conte è uguale a tutti i consiglieri regionali campani,solo che alcuni si candidano all’europarlamento per usufruire dell’immunita parlamentare

    • Di alessio (---.---.---.71) 12 maggio 2009 11:35

      Bisognerebbe aprire una nuova tangentopoli in Campania......., magari indagare su gli altri consiglieri regionali.

      Il caso Vulcano Buono è Emblematico di un sitema corrotto: la Regione Campania finanzia la struttura e i corsi di formazione per il personale di Auchan perchè i vari consiglieri regionale (maggioranza e opposizione) si devono garantire i vari posti di lavoro. Di questa porcata nessuno ne parla !!!!!

  • Di (---.---.---.254) 30 novembre 2013 11:45

    e un imbroglione e ora con i soldi nostri che sè rubato si e aperto i ristoranti in sardegna a napoli e se aperto anche un bar al centro direzionale ma quale onorevole tu sei solo un MAFIOSO 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità