Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Politica > 390.200 unità di esodati e i calcoli fasulli della Fornero

390.200 unità di esodati e i calcoli fasulli della Fornero

L'Inps ha inviato al ministro del Welfare, Elsa Fornero, una relazione nella quale fissa il numero degli esodati a 390.200 unità. Un numero ben superiore ai 65.000 fissati dai calcoli del ministro. La riduzione a 65.000 unità è stata fatta utilizzando dei criteri restrittivi relativi all'interpretazione delle norme. Il documento, divulgato dall'Ansa, è firmato dal direttore dell'Inps, Mauro Nori (Nano Press).

Orbene e a questo punto che succede? La ministra Fornero, dopo aver abbandonato la maschera del pianto e quello della risata passando alla smorfia dell'incazzato indignato, deplora pubblicamente l'INPS dopo che questi, in un moto d'orgoglio e di compassione verso i lavoratori, per una volta hanno tentato di raccontare la verità. A comunicati stampa vuole farci capire, a noi povere testoline vuote, che questi dell'Inps si sono messi a remare contro il governo.

La cinica arroganza di questo personaggio, prelevato da qualche salotto universitario senza che nessuno lo volesse, è incommensurabile e oltraggioso per chiunque abbia la capacità di pensare con la propria testa. Le sparate continue per difendere la posizione da caporetto di questa signora sono al limite della decenza.
 
Il quattro aprile leggevamo su Nano Press:
 
Il problema degli esodati ha assunto dimensioni superiori a quanto previsto, per questo il governo, l'Inps e la Ragioneria dello Stato hanno allestito un tavolo tecnico per definire i contorni del fenomeno e trovare una soluzione. Il ministro Fornero ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è di sciogliere ogni possibile dubbio e dare certezze alle stime fornendo entro sette giorni una risposta definitiva".
 
Il dieci maggio ancora:
 
Decreto esodati, Fornero: "Mi prendo tutta la responsabilità"
 
Il ministro del Welfare, Elsa Fornero, ha comunicato ai sindacati il contenuto del decreto sugli esodati. Le notizie date dal ministro non hanno soddisfatto i sindacati che hanno annunciato che la protesta continuerà.
In sostanza il decreto coprirà 65.000 esodati per due anni il 2012 ed il 2013, dal 2014 si dovranno trovare altre soluzioni. Fornero ha dichiarato, "Il vincolo risorse non può essere messo in discussione, per quelli che sono fuori dal decreto si vedrà".
 
Il primo giugno:
 
Il ministro del Welfare, Elsa Fornero, ha ammesso che la riforma delle pensioni è stata sbagliata per quello che riguarda gli esodati. Il ministro ha cercato un'attenuante nei tempi brevi nei quali il governo ha dovuto agire, "Non abbiamo avuto il lusso della rifllessione perché altri governi in precedenza si erano presi il lusso di tempi di gradualismo eccessivi e molto lunghi. E noi abbiamo dovuto agire in fretta".
 
Fornero: "Con gli esodati abbiamo sbagliato"
 
Il ministro del Welfare, Elsa Fornero, ha ammesso che la riforma delle pensioni è stata sbagliata per quello che riguarda gli esodati. Il ministro ha cercato un'attenuante nei tempi brevi nei quali il governo ha dovuto agire, "Non abbiamo avuto il lusso della rifllessione perché altri governi in precedenza si erano presi il lusso di tempi di gradualismo eccessivi" e ora dichiara sull'INPS: "Valutazioni non corredate da spiegazioni che hanno finito per ingenerare confusione e sconcerto nella pubblica opinione"
 
Gentile Ministro l'unica confusione è nel suo cervello, le ricordo che ancora in febbraio la CGIL le contestava il numero degli "esodati" circolato fino a quel momento (65 mila persone) tentando di spiegarle che a rischio ve ne erano "centinaia di migliaia".
 
Che in Marzo la Camusso definiva "scandaloso che l’Inps non sia in grado di stabilire l’entità del problema degli esodati". Mentre Il direttore generale Inps, Mauro Nori, presumeva: "Il numero potrebbe essere anche superiore, o inferiore, dipende dalle scelte che veranno fatte". 
 
Basta questo ministro Fornero per dubitare di tutte le sue dichiarazioni improvvisate e da naïf né tecnico né politico, né carne né pesce, un professore confusionario e pieno di sé che non sa guardare oltre al manuale. Lei non vuole comprendere che la democrazia è anche opposizione, discussione e sguardo rivolto ai cittadini e non solo arroganza per un potere acquisito per grazia presidenziale.

Ti potrebbero interessare anche

Una riforma del lavoro contro la demagogia della conservazione
La Diaspora, dov'è oggi la sinistra italiana, di Alessandro Gilioli
5 segreti per cucinare una partita Iva
Comma 22
La sinistra che non cambia


Commenti all'articolo

  • Di Sandro kensan (---.---.---.126) 13 giugno 2012 16:38
    Sandro kensan

    Ma avete provato a fare due conticini? Vi sembrano troppi mille euro al mese per ogni esodato? Vi sembrano troppi 10 anni prima di prepensionamento degli esodati? Se questi numeri non vi stonano allora si tratta di 50 miliardi di euro, la metà del mega prestito che la Spagna ha ricevuto dalla Trojka.

    Se ancora non l’avete capito 50 miliardi li vediamo solo quando il nostro paese sta collassando come è avvenuto per la Spagna e in cambio dovremmo dare il nostro sangue e forse anche un rene.

  • Di (---.---.---.147) 17 giugno 2012 19:15

    Egregio anche lei è cascato nella trappola del direttore dell’INPS. Dopo aver fornito ripetutamente dati sballati alla Fornero ha manovrato sapientemente le informazioni alla stampa per creare problemi politici al governo.

    Ma è possibile che un istituto che ha il compito tra le altre cose di monitorare tutto il fenomeno pensionistico italiano - a oltre sei mesi di distanza - non fornisce dati precisi e incontrovertibili sulla questione in oggetto, che invece avrebbe dovuto sin dal primo giorno fornire??!!

    Al posto della Fornero avrei posto una questione : o io o lui

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità