• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Totalitarismo cattolico

Totalitarismo cattolico

Se caratteristica dello stato totalitario è la manipolazione delle coscienze perché ciascuno rinunci alla proprio libertà e autonomia di decisione per piegarsi ad un ideale etico che trascenda l’individuo e lo confonda nella comunità dei credenti, strutturata secondo precise e inviolabili gerarchie di potere, direi che il modello primo delle ideologie totalitarie è stata la Chiesa Cattolica: fuori dalla Chiesa non c’è salvezza e del resto, nel corso dei secoli eretici, streghe, liberi pensatori, ebrei e comunque tutti coloro che, per una ragione o per l’altra, erano fuori dalla comunità dei fedeli, venivano tranquillamente torturati, uccisi, bruciati sul rogo, ad maiorem Dei gloriam. La Chiesa monopolizzava la comunicazione, l’educazione, il controllo. Non più tardi settant’anni fa, comunque, Pio XI poteva tranquillamente affermare: «Se c’ è un regime totalitario, totalitario di fatto e di diritto, è il regime della Chiesa, perché l’ uomo appartiene totalmente alla Chiesa, deve appartenerle, dato che l’ uomo è creatura del Buon Dio... E il rappresentante delle idee, dei pensieri e dei diritti di Dio, non è che la Chiesa».

Io non sono così settaria e anticlericale da fingere di non sapere che una cosa è la gerarchia, un’altra il messaggio evangelico. Non sono così ignorante e faziosa da dimenticare i martiri della fede o da confondere l’integralismo e il fanatismo con la testimonianza. Ma quando il Papa, oggi, invita a riflettere sulle "profonde differenze che esistono fra l’umanesimo ateo e l’umanesimo cristiano", io, che un po’ di storia ricordo, proprio seguendo l’indicazione del Pontefice, non posso proprio fare a meno di ricordare le vittime che il cosiddetto "umanesimo cristiano" ha lasciato sulla sua strada. E se oggi il volto della Chiesa appare diverso (ma qui in Italia possiamo forse chiederci se si tratti di scelte tattiche, piuttosto che di sincera trasformazione), forse lo dobbiamo proprio a quei principi illuministici contro i quali, peraltro, la Chiesa ha continuato (continua?) a combattere per (da) almeno due secoli e passa. 



Ecco, a volte penso che sarebbe opportuno ricordare (studiare? ristudiare?) la storia. Per esempio, potrebbe essere opportuno rammentare che il primo importante trattato di diritto internazionale stipulato da Hitler nel 1933, un vero successo per il nuovo governo, fu il Concordato (Reichskonkordat) con la Chiesa Cattolica.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares