• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Ambiente > Scie chimiche ed altre balle sul clima. Ecco chi le inventa e (...)

Scie chimiche ed altre balle sul clima. Ecco chi le inventa e perché

Fra poco anche in Italia “Private Empire”, la documentatissima inchiesta del premio Pulitzer Steve Coll: 400 interviste, 700 pagine. Come i petrolieri manipolano l’informazione scientifica: sedicenti scienziati assoldati per negare la realtà, 23 milioni di dollari spesi (solo negli anni 2004-2007). Obiettivo: vendere ancora tanto gas e pertrolio.
Tempi duri per le multinazionali petrolifere: le storiche lotte ambientalist (inquinamento atmosferico, gas serra da idrocarburi, cambiamenti climatici, ecc.) colpiscono nel segno. Anche i Governi si preoccupano (Protocollo di Kyoto, Piano Europeo 202020, ecc.): non c’ è scampo, ormai bisogna ridurre il consumo di petrolio ed idrocarburi, produrre energie rinnovabili, fare green economy, ecc. Semaforo rosso per gli affari dei petrolieri.
 
Ed ecco che inizia la telenovela delle cavolate online: il cambiamento climatico non esiste (se c’è, è dovuto solo ai vulcani ed a misteriosissimi aerei assassini, i “neountori” del 2000), i gas serra, le polveri sottili, la CO2 non sono la causa del mutamento climatico, sono solo fenomeni naturali (comunque non sono prodotti da idrocarburi e petrolio).
 
Ovvia la conclusione: è inutile limitare l’ uso di petrolio ed idrocarburi, è inutile inventare e creare energie alternative, è inutile il protocollo di Kyoto, è inutile il piano 20-20-20. Tanto più che ora, sotto Artico ed Antartide, sono disponibili immensi e nuovi giacimenti di petrolio… alè! Libertà di inquinamento per un altro secolo!
 
Steve Coll documenta in modo magistrale la campagna di disinformazione e di manipolazione scientifica programmata,organizzata e curata (scientificamente) dai petrolieri.                                      
 
Campagna tuttora in atto, e con qualche sporadico successo, dato l’incredibile numero di fan babbei, sempre pronti a “credere” e ad “obbedire” ad ogni cavolata online, senza un minimo di elementare riscontro scientifico, di scettico buonsenso, di logica e/o di razionalità.
Questo articolo è stato pubblicato qui

I commenti più votati

  • Di (---.---.---.47) 28 maggio 2012 14:51

    daccordo sul tema...ma le scie chimiche che cazzo c’entrano??

    che l’inquinamento stia cusando dei problemi al pianeta è fuori discussione o c’è ancora qualcuno convinto del contrario?? ma le scie chimiche sono altro...e prima di dire che sono balle bisognerebbe portare un pò di prove o argomenti..non solo fare titolo...
  • Di paolo (---.---.---.113) 28 maggio 2012 14:58

    Quando si affrontano certi argomenti è inevitabile beccarsi delle offese da tutti i bischeri che affollano il web .

    Se si hanno argomenti si confuta ,non si offende . Ma trovare qualcosa di vero su un argomento come quello delle "scie chimiche " (cosa diversa da quelle di condensazione )degli aerei è impresa alquanto difficile .
    C’è qualcosa di scientificamente vero o è puro delirio in chiave digitale ? Sono sorti siti di ogni tipo che ipotizzano l’omertà ufficiale dietro disegni inconfessabili . Chi c’è dietro ? Multinazionali (ovviamente) ,stati canaglia(ci sta) ,terrorismo chimico (anche) ,esperimenti sul condizionamento del clima (una specie di danza della pioggia tecnologica) .Persino gli aerei sono ufo ,nel senso che non sono identificabili (ossia senza contrassegni) .

    Vero o non vero ? Difficile dirlo ,una cosa certa è che molti ci credono al punto che sono partite anche interpellanze che ,vista la produttività pari a zero dei nostri parlamentari, non sottraggono alcunché .

    Una cosa però è sicura : gli aerei a reazione sono macchine termodinamiche alimentate da idrocarburi ,vuoi vedere che in qualche misura inquinano ?
    Mettici pazienza Bobby e ciao.

Commenti all'articolo

  • Di Geri Steve (---.---.---.66) 28 maggio 2012 12:44

    due osservazioni:

    - prima che lo votassi io, quest’articolo aveva ricevuto quattro voti: due erano contro. Chi saranno quei votatori? io sospetto che sia un unico professionista, retribuito a questo scopo.

    - 700 pagine spaventano qualunque lettore. Spariamo che qualcuno ne faccia una buona sintesi

    • Di Bobby Falvella (---.---.---.183) 28 maggio 2012 19:40
      Bobby Falvella

      icresce il numero di persone interessate al tema scie chimiche. perché ?
      cresce il numero di persone allergiche a logica e razionalità.
      mi confermo socio entusiasta del complotto che nega le scie chimiche, ordito, come è noto, da tutte le più prestigiose associazioni ambientaliste italiane, europee e mondiali.
      giro gli insulti al premio pulitzer autore della ponderosa inchiesta (che, ovviamente, nessuno ha letto).
      ringrazio l’ autore della bella definifione degli aerei: macchine termodinamiche alimentate a petrolio e idrocarburi

      bobby falvella

  • Di (---.---.---.43) 28 maggio 2012 12:49

    minchiate, le scie sono veritiere come confermato dai militari e sono diponibili immagini chiarissime sul web, se no cos’e’ la geoingegneria?

  • Di (---.---.---.93) 28 maggio 2012 13:08

    le prove le chiedete a chi denuncia?
    fico..
    ci sono le asl nel nostro paese, preposte a certi compiti che sono proibiti per legge ai comuni cittadini.
    postate le analisi di qualche asl che provino, questo si che è una pretesa legittima, che quelle scie che vediamo sono solo antietestetiche ma innocue.

    E sottolineo che la nostra amata Costituzione protegge e tutela il paesaggio, quindi il solo fatto di deturparlo seppure con innocue scie di vapore acqueo costituisce un reato che la legge dovrebbe perseguitare e punire fino ad impedirlo.

  • Di (---.---.---.47) 28 maggio 2012 14:51

    daccordo sul tema...ma le scie chimiche che cazzo c’entrano??

    che l’inquinamento stia cusando dei problemi al pianeta è fuori discussione o c’è ancora qualcuno convinto del contrario?? ma le scie chimiche sono altro...e prima di dire che sono balle bisognerebbe portare un pò di prove o argomenti..non solo fare titolo...
    • Di (---.---.---.174) 28 maggio 2012 15:43

      Più prove di un video che riprende un aereo in azione dalle ali, o di un analisi di laboratorio portata da scienziati screditati e derisi perché hanno trovato cose incredibili cosa c..... vuoi? una martellata in testa magari ti aggiusta le connessioni nervose che non connettono? non so più prova di questa cosa vuoi? un documentario sulle reti mediatiche nazionali? è più facile vedere un asino volante a questo punto.. ad ogni modo se non sei così imbecille dovresti capire anche tu, se sei lesionato mi dispiace per chi ti ha messo al mondo. Non possiamo farti niente per salvarti.

  • Di Manuel (---.---.---.11) 28 maggio 2012 14:53

    questo articolo secondo me dice delle cose innegabili, i petrolieri se la fanno sotto ed usano una propaganda mirata per procurarsi la legittimità di inquinare ancora e bla bla bla, ci sta tutto e secondo me funziona anche. Che la rete sia piena di Allocchi pronti a credere qualsiasi cosa è un dato di fatto, come è un dato di fatto che ci sia gente che spacciandosi per pseudo scienziati mistifica e sminuisce ragionamenti fatti seguendo la logica ed il buonsenso di chiunque.


    le scie chimiche di certo non sono quello che molti vorrebbero far credere, veleni mortali sparsi nei cieli, con certezza però si può affermare che qualcosa da questo punto di vista succede.
    tralasciando dati scientifici e prove più o meno valide basta concentrarsi sulle traiettorie degli aerei incriminati, "avanti e indietro a formare reticoli". dove vanno questi aerei? cosa fanno? perchè si comportano così? è normale?
    No, non è normale per qualsiasi sano di mente, chi dice che un aereo commerciale o privato nelle rotte di routine si comporti in questo modo è un allocco.
    in una puntata di "cose dell’altro geo" si parla di scie chimiche, non come veleni ma come sali...già piu plausibile delle varie teorie a sfondo complottista.


    anche nel tg2, dove invece si parla di componenti chimici di dubbio gusto


    quindi negare a priori il fatto è a parer mio sinonimo di carenza di osservazione e superficialità.
  • Di حكيم النور (---.---.---.248) 28 maggio 2012 14:53
    Luca Troiano

    Sapete qual è la cosa divertente? Credendo ciecamente alle balle sulle scie chimiche, sul signoraggio, ecc., i complottisti (per giunta offensivi, come questo qui sopra.. avrà pure usato 2 ip diversi ma si vede da un km che dietro questi due messaggi c’è la stessa mano) non fanno che alimentare il gioco di quelle stesse multinazionali contro cui dicono di combattere.

    Si credono "liberi" perché hanno la "verità", e non si rendono conto di essere burattini calati su un palcoscenico troppo grande perché loro possano averne comprensione.
    Continuate così, BP ed ExxonMobil ringraziano!!
    • Di Manuel (---.---.---.11) 28 maggio 2012 15:21

      io avrei usato due ip diversi? sono stato offensivo? 


      se ho offeso qualcuno mi scuso, non era mia intenzione. rispetto le idee di tutti e spero vengano rispettate anche le mie. invece di rispondere a quello che ho scritto dici che sono stato offensivo e che credo ciecamente.
      o devo imparare ad esprimermi meglio oppure devi cercare di leggere senza essere in malafede. per il resto puoi definirmi complottista, non mi sento tale ma va bene, cambia poco in fin dei conti.

      riguardo l’ip invece mi fa ridere, forse la sindrome del complotto ha colpito anche te:)
    • Di (---.---.---.147) 29 maggio 2012 17:01

      prima o poi picchierai una musata su questo argomento!! ricordati di quanto ti senti figo oggi, vai... 

  • Di paolo (---.---.---.113) 28 maggio 2012 14:58

    Quando si affrontano certi argomenti è inevitabile beccarsi delle offese da tutti i bischeri che affollano il web .

    Se si hanno argomenti si confuta ,non si offende . Ma trovare qualcosa di vero su un argomento come quello delle "scie chimiche " (cosa diversa da quelle di condensazione )degli aerei è impresa alquanto difficile .
    C’è qualcosa di scientificamente vero o è puro delirio in chiave digitale ? Sono sorti siti di ogni tipo che ipotizzano l’omertà ufficiale dietro disegni inconfessabili . Chi c’è dietro ? Multinazionali (ovviamente) ,stati canaglia(ci sta) ,terrorismo chimico (anche) ,esperimenti sul condizionamento del clima (una specie di danza della pioggia tecnologica) .Persino gli aerei sono ufo ,nel senso che non sono identificabili (ossia senza contrassegni) .

    Vero o non vero ? Difficile dirlo ,una cosa certa è che molti ci credono al punto che sono partite anche interpellanze che ,vista la produttività pari a zero dei nostri parlamentari, non sottraggono alcunché .

    Una cosa però è sicura : gli aerei a reazione sono macchine termodinamiche alimentate da idrocarburi ,vuoi vedere che in qualche misura inquinano ?
    Mettici pazienza Bobby e ciao.

  • Di Francesco Raiola (---.---.---.225) 28 maggio 2012 19:35
    Francesco Raiola

    Le offese personali non sono per nulla ben accette e saranno cancellate. Come già fatto. Sì può discutere, anche aspramente, senza cadere in improperi... o almeno si potrebbe. Grazie, invece, a tutti quelli che commentano civilmente

  • Di (---.---.---.185) 28 maggio 2012 21:13

    Penso che nessuno sappia veramente cosa si nasconda dietro questo fenomeno, per il semplice fatto che nessuno sa cosa si nasconda dietro aerei che vola col trasponder spento. Il dubbio che ci sia qualcosa dietro è lecito, e questo articolo è ben lungo dal fugarlo

     

  • Di (---.---.---.147) 29 maggio 2012 16:56

    direi che "il babbeo" è colui che ha dato del babbeo agli altri, per primo cioè l’autore di questo fanta-articolo.. poi per il resto ognuno di noi è libero di credere o meno a ciò che gli pare, il problema è quando, come in questo articolo, si tenta di convincere gli altri che informarsi su certi argomenti scomodi sia stupido. Stupido è colui che rischia e non raccoglie informazioni al fine di salvare almeno la propria vita. L’autore di questo articolo farebbe bene ad informarsi prima di poggiare la penna sul foglio. Pamela.

  • Di paolo (---.---.---.89) 30 maggio 2012 22:26

    E’ giusto Pamela ,ognuno può credere in ciò che vuole . La differenza la fa quello in cui si crede e perché ci si crede .Tutta la storia dell’umanità è contrassegnata da chi ha creduto in qualcosa che altri sono riusciti a fargli credere .Chi crede in qualcosa , in modo acritico e senza avere gli strumenti intellettuali e le conoscenze specifiche ,tecnicamente è un "credulone" ,in buona fede ovviamente , ma un credulone . Questo ritengo sia il significato del termine "babbei " usato dall’articolista .Magari poteva scrivere "individui inclini alla suggestione ", ha preferito scrivere quello che pensava ,onore alla sincerità.
    ciao

  • Di (---.---.---.91) 31 maggio 2012 22:31

    Credere è un parolone!! Credo che tutti abbiano dubbi circa l’esistenza delle scie chimiche. Ma sono proprio quelli che perdono tempo prezioso a screditare chi ci crede a confermarne l’esistenza

  • Di paolo (---.---.---.55) 1 giugno 2012 17:54

    Errore , i dubbi sulle scie chimiche ce li hai tu e non tutti come sostieni e non c’è neanche bisogno di screditarvi lo fate già da soli.

  • Di (---.---.---.152) 30 giugno 2012 23:03

    Articolo pessimo

  • Di (---.---.---.41) 14 agosto 2012 20:49

    Quanto ti pagano come disinformatore?

  • Di (---.---.---.11) 9 settembre 2013 15:44

    il mondo è proprio pieno di creduloni e babbe complimenti...!

  • Di (---.---.---.11) 9 settembre 2013 15:49

    quando mi porteranno prove serie e certe crederò a tutto quello che dite, ma credere ad un sedicente filmato su youtube che posso fare anch’io (facilissimo) o a supposti esami del terreno e dell’aria che andrebbero fatti con determinati presupposti scientifici e non a c.... come si legge negli articoli, ma perfavore neanche sapete dove sta di casa la scienza..verrò sicuramente tacciato come disinformatore lo so.Che dire beata ignoranza...approfondite approfondite...

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox







Palmares