• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Media > "Non uccidere", stasera su Rai3 l’ultimo episodio

"Non uccidere", stasera su Rai3 l’ultimo episodio

È arrivato il gran finale della fiction poliziesca che ha visto protagonisti Miriam Leone, Matteo Martari e Monica Guerritore. Su “Change.org” una petizione per chiedere alla Rai di realizzare un’altra stagione della serie tv. 

JPEG - 866 Kb
L’attore Matteo Martari nel ruolo del poliziotto Andrea Russo

Stasera, lunedì 22 febbraio, alle 21.15 su Raitre andrà in onda il dodicesimo ed ultimo episodio della serie televisiva poliziesca Non uccidere, ambientata in Piemonte, in cui recitano come protagonisti l’ex Miss Italia Miriam Leone (nel ruolo dell’ispettrice Valeria Ferro, della Squadra Omicidi di Torino) e l’attore Matteo Martari (nei panni del poliziotto Andrea Russo, sovrintendente, efficiente “spalla” dell’investigatrice Ferro), con la partecipazione straordinaria di Monica Guerritore (che interpreta la madre di Valeria Ferro). La puntata conclusiva, programmata inizialmente per il 13 ed in seguito per il 20 febbraio, è slittata due volte prima a causa del Festival di Sanremo e poi per l’omaggio alla memoria di Umberto Eco.

Sul web, intanto, nella piattaforma “Change.org” è già partita, da alcuni giorni, una petizione per chiedere a Rai Fiction di produrre un’altra stagione dell’originale serie tv (di qualità) diretta dal regista Giuseppe Gagliardi, che ha saputo abilmente fondere “crime” e “family drama”. La catanese Miriam Leone, 30 anni, ha ricevuto nel 2015 il Telegatto speciale al Roma Fiction Fest ed il Premio Fabrique du Cinéma come attrice rivelazione. Matteo Martari, classe 1983, veronese, artista dalla speciale voce profonda, è reduce dal grande successo ottenuto con la fiction Luisa Spagnoli, trasmessa l’1 e il 2 febbraio scorso su Raiuno, dove ha interpretato uno dei personaggi principali, Giovanni Buitoni, l’amante dell’imprenditrice Spagnoli (Luisa Ranieri). La miniserie, infatti, ha totalizzato ascolti record sia nella prima (7 milioni e 12 mila telespettatori, equivalente al 26.70% di share) che nella seconda puntata (7.773.000, pari al 29.77% di share), e Martari, autore di una coinvolgente e garbata performance, in eleganti abiti d’epoca si è mostrato perfettamente a suo agio sul set: la sua esperienza di modello professionista di livello internazionale per famosi marchi (Diesel, Bottega Veneta…) gli ha certamente giovato in termini di disinvoltura.

Dopo aver conquistato – nella parte di Giovanni Buitoni – il cuore di Luisa Spagnoli, il fascinoso Matteo Martari riuscirà a “rubare” – nel ruolo dell’investigatore Russo – anche quello dell’ispettrice Ferro? E Valeria Ferro, che nell’ultima puntata dovrà occuparsi di una strage, troverà finalmente la verità su suo padre? Si annunciano colpi di scena. 

Commenti all'articolo

  • Di daniela (---.---.---.99) 22 febbraio 2016 21:16

    Peccato. Mi e piaciuta molto questa fiction.

  • Di Francesca (---.---.---.68) 23 febbraio 2016 09:54

    NON UCCIDERE: la migliore fiction mai fatta sulla RAI, e non solo, e come sempre succede in Italia non è stata apprezzata come meritava. Certo RAI 3 ha proprio dimenticato di pubblicizzare a dovere la trasmissione (io ho dovuto sapere da mia sorella che esisteva una fiction del genere e anche quando sarebbe ricominciata dopo l’assurda pausa dovuta agli "ascolti" che non erano quelli desiderati). Parliamo degli ascolti: come si può sperare che una programmazione su RAI 3 di sabato sera faccia audience? Il sabato sera stanno a casa solo i vecchietti che certo non guardano una cosa così di pregio per ovvi motivi; semmai li trovi sintonizzati su Ballando Ballando o come cavolo si chiama. Io personalmente ho visto la maggior parte delle puntate su internet, ma la domanda che mi faccio è: ma a Rai 3 interessano gli ascolti o va avanti per la sua strada a prescindere da questi e vuole trasmettere cose di grande qualità e basta? Siamo stanchi di "caz....ate" continue solo perché fanno vendere la pubblicità! quelle lasciatele alle TV commerciali, tanto più che adesso il canone ve lo pagheranno tutti. Credo di interpretare il desiderio di tutti quelli che apprezzano fiction come "Non Uccidere" chiedendo alla RAI di continuare la programmazione per arrivare alla fine della storia che è rimasta così avvolta dal mistero. 

    GRAZIE

    • Di Marco Scipolo (---.---.---.247) 23 febbraio 2016 16:03
      Marco Scipolo

      Grazie, Francesca, per le sue considerazioni ed i suoi interrogativi, che condivido. In effetti, la collocazione della fiction nel palinsesto Rai non è stata particolarmente felice… Mi auguro che questa interessante serie televisiva – penalizzata finora dalla programmazione – prosegua ancora in futuro. Per questo, oggi, ho aderito anch’io alla petizione.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità