• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Movimento 5 Stelle, il programma per la Sicilia: buoni propositi ma niente (...)

Movimento 5 Stelle, il programma per la Sicilia: buoni propositi ma niente ricette

Il commento punto per punto del programma del Movimento 5 Stelle per le elezioni siciliane.

Il miglior servizio politico che può essere reso alla collettività, durante lo svolgimento delle campagne elettorali, è quello di presentare programmi politici chiari e realizzabili. L'elettore che non ha ancora deciso chi votare, complice una cronaca giudiziaria quotidiana che sembra dire “al peggio non c'è mai fine”, è sommerso da una valanga di slogan-motti-imprecazioni e volti (noti e meno noti) che sicuramente non lo aiutano.

Questa è la situazione nella quale si trova l'elettore siciliano “non schierato” chiamato al rinnovo dell'Assemblea Regione Siciliana il prossimo 28 ottobre. Possiamo però provare a simulare esaminare la praticabilità delle proposte programmatiche. Gli unici vincoli esterni che dobbiamo dare al nostro modello sono due: il primo è quello della governabilità (la proposta politica esaminata deve conquistare almeno il 51% dei consensi); il secondo, non può essere modificata in meglio la situazione economica post-elezioni. Essendo il nostro modello una rappresentazione semplificata della realtà, anche i vincoli di quest'ultimo devono essere altrettanto semplici: non devono prese in considerazione alleanze politiche “strane” tra forze diverse. Inoltre, non dobbiamo inserire nel nostro modello variazioni positive del quadro economico generale.

Discutendo nello specifico della Sicilia, il primo vincolo è più un augurio che una condizione. Il Governo Lombardo è stato un fulgido esempio di “gattopardismo”. Riguardo al secondo vincolo, non corriamo certo il rischio di “svilupparci” all'improvviso. Poichè dobbiamo capire cosa c'è di nuovo in tavola, non possiamo che analizzare la proposta politica del Movimento 5 Stelle Sicilia limitandoci al capitolo “sviluppo – economia” (leggi il programma)

Perché Grillo? Non sarà un furbesco tentativo di portare l'acqua al tuo mulino? Domande legittime. Gli altri candidati e rispettivi movimenti politici non sono nuovi, anzi. Abbiamo già avuto modo di “sperimentare” sulla nostra pelle i loro “interessi” politici. Non ci siamo fatti mancare niente: mafiosi, gattopardi e parassiti di ogni tipo. Purtroppo, li abbiamo portati noi siciliani al potere, nessuno li ha imposti.

I “grilli” della Sicilia non sono stati ancora studiati nel loro habitat naturale. Perché analizzare solo le proposte economiche? Perchè sarebbe assolutamente inutile continuare a pensare da "siciliani vecchia maniera". L'economia dell'isola deve trovare a tutti i costi un modo autonomo e sostenibile di svilupparsi.

Riduzione dei costi della macchina amministrativa

Ottimo. Superfluo ogni commento.

 

Adeguamento dell'organico

Come ridurre? Licenziamenti, trasferimenti o nuove assegnazioni? Il programma non chiarisce. Sulla proposta poi di rimuovere i dirigenti e funzionari incapaci di realizzare i “programmi politici” e sostituirli con altri soggetti, bisogna chiarire a cosa si riferisce la locuzione “programmi politici”. Non vorrei che per “politico” si intenda “del partito”. Era da preferire, per evitare ambiguità, il termine “programma amministrativo”.

 

Finalità sociale del lavoro pubblico

Banalità che poteva essere evitata.


Partecipazioni

Occore specificare come deve avvenire la “partecipazione diretta della cittadinanza interessata”. Comitati dei cittadini? Referendum consultivi? Referendum abrogativi?


Riforma delle società controllate e partecipate dalla Regione

Giusto. Ma restiamo nel campo delle affermazioni di principio. Non è menzionata la possibilità di liquidare e sopprimire le società inutili.


Semplificazione burocratica

Affermazioni di principio e nessuna proposta concreta.


Utilizzo efficiente dei fondi nazionali e comunitari

Bene la costituzione di una task-force. Ma perché invece di cercare all'esterno le competenze necessarie, non investire sulla formazione dei dipendenti regionali?

 


Sviluppo economico locale

Da dove saranno recuperate le somme necessarie per la concessione di microcrediti a tasso agevolato all'impreditoria privata? Non sarebbe più corretto parlare di micro-imprenditoria? Non è opportuno finanziarie anche il microcredito delle famiglie? L'aumento della produzione è una conseguenza dell'aumento dei consumi, non il contrario.

 


Incentivare l'economia reale per aumentare l'occupazione nel settore dell'artigianto

Assolutamente da respingere la proposta di creare un ennesimo ente regionale.

 


Supporto alle piccole e medie imprese

Gli incentivi per assunzioni di nuovi dipendenti a tempo indeterminato già esistono. Anche la proposta delle zone franche urbane non è una novità. Con riguardo al carico fiscale, quali imposte di competenza regionale ridurre? Accise, addizionali, IRAP? IRAP certo che no, in quanto legata al deficit della sanità regionale.

 


Attrarre gli investimenti esteri che portano ricchezza reale

Si propone la riduzione del carico fiscale per gli IDE (investimento diretto estero). Non spetta alla Sicilia decidere in tal senso, se non limitatamente alle imposte e tasse di competenza regionale.

 


Realizzare alternative alla grande distribuzione organizzata

Si propone un nuovo marchio di qualità. Non sono già troppi?
 

 

Usare indicatori alternativi al PIL

Il termometro non cura la febbre!

 


Favore il rientro dei cervelli

Si propone la costituzione di un Trust (di quale diritto?) con i soldi ricavati dalla cessione della partecipazione in Unicredit, che finanzi le attività di ricerca pura e applicata. Non sarebbe più semplice dare questi soldi alle esistenti università siciliane? Infine, quanto vale la partecipazione a valori aggiornati in Unicredit?
 

 

A questo punto non mi resta che tirare le (mie) conclusioni: nella migliori delle ipotesi e con queste ipotesi di lavoro, il risultato non è pervenuto.

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.250) 22 ottobre 2012 16:35

    Caro Alfonso,

    uno dei cardini del m5s è la partecipazione dei cittadini. Nell’articolo ti chiedi come questa possa concretizzarsi...ma scrivendo l’articolo ti sei già risposto da solo. Se pensi di avere delle soluzioni perché non le rappresenti?
    Saluti
    Francesco
  • Di (---.---.---.130) 22 ottobre 2012 17:09

    Caro Francesco, grazie per aver letto e commentato l’articolo.

    Riguardo alla partecipazione dei cittadini sono favorevole ai referendum abrogativi di leggi regionali a maggioranza dei votanti, per evitare la trappola del mancato raggiungimento del quorum (così magari riduciamo la pratica dell’astensionismo).
    Passando poi alle questione economiche, mi sembra più efficiente e più efficace una strategia che punti al potenziamento dell’esistente. Non condivido la creazione di nuovi enti (artigiano - trust).
    Infine, largo ricorso alla pubblicazione degli OPEN DATA della pubblica amministrazione regionale.
    Cordiali Saluti
    Alfonso Albano

  • Di (---.---.---.6) 28 ottobre 2012 13:32

    Il termometro non cura la febbre ma se il termometro è starato si pensa di avere la febbre quando in realtà non la si ha affatto! Gli indicatori del PIL sono starati e non rispecchiano la reale situazione dell’economia reale. Il fatto che l’autore di questo articolo risponda ad un problema del genere con una battuta veramente di così basso livello dimostra il livello dell’articolo e di chi l’ha scritto.

     

  • Di (---.---.---.173) 29 ottobre 2012 11:02

    Egregio lettore, il suo commento non riesce ad alzare il livello della discussione dalla semplice offesa personale. Non ha altri argomenti se non l’offesa e quindi questo è quanto basta per qualificarla. Peccato.

    Evidentemente Lei non sa cosa sia il "prodotto interno lordo" e come lo si misura. A tal riguardo posso solo suggerire di approfondire meglio l’argomento.
    Passi a leggere qualcosa altro e non offenda chi cerca di capire quello che legge.
    Alfonso Albano 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares