• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Minibot... ma va’ là!

Minibot... ma va’ là!

Leggo questi titoli, qui su Agoravox: sono una truffa (Enzo Sanna) siamo dopo la frutta (Antonello Laiso), articoli economici in ogni dove, più o meno dotte interpretazioni ed analisi, ma la sostanza quale è? Tutto questo polverone di bla bla, Commissione Europea, mercati ed altro, cosa ci dice? Una sola cosa:

BAMBOLE, NON C’E’ UNA LIRA!!

Il miracoloso cambiamento, la dignità per Decreto, Pensioni a gogo, la Sicurezza per Decreto, la Sconfitta della Povertà per Decreto, fine dell’Immigrazione e Respingimenti celeri per Decreto, i soldi nelle tasche degli Italiani infilati per Decreto dai Geni della Lampada (non pervenuti, a me almeno), tutte iniziative roboanti ma fallite nella pratica, che cosa sono?

SONO COMMEDIA DELL’ARTE... ED I MINIBOT NON SONO NULLA DI DIVERSO.

Tutto è servito a dare fiato a trombe elettorali e, a seguire, stampa, televisione, social, per parlare di nulla.

C’è da sperare che non sia, invece, schizofrenia. 

Oggi è indispensabile continuare a sollevare polveroni, ad utilizzare ogni sensazionalismo, a mostrare muscoli posticci, per evitare che la polvere si posi. Vorrebbe dire fare i conti con la realtà.

E fare i conti con la realtà è dura. ERAVAMO UN PAESE IN DECLINO ORA E’ PEGGIO.

Nel frattempo è cambiato l’establishment, i sederi si sono accomodati, i traffici hanno cambiato destinazione,

- MA I DEBITI RESTANO E CRESCONO, L’INDUSTRIA ARRANCA, I CONSUMI ANCHE PEGGIO

La gente, apparentemente - si abitua e si arrangia –, purtroppo però il sistema, in primis quello del welfare, comincia a mostrare crepe vistose nella scuola, nella sanità, nei servizi della pubblica Amministrazione; se crolla sarà catastrofico. Rischiamo di trovarci di fronte tasse alte, servizi insufficienti, necessità di rivolgerci a servizi privati ovviamente a pagamento. GRAN BELLA PROSPETTIVA.

Per adesso, nonostante tagli onerosi, QUOTA100 favorisce l’uscita dal lavoro proprio di quadri della P.A., della Sanità, della Scuola, tra i quali tante persone che non hanno certo fatto un lavoro pesante o usurante. Sostituite con chi? Contratti a termine, pochi. IN VENETO SI CONSENTE ANCHE AI MEDICI PENSIONATI DI RIENTRARE, PAGATI COME PRIVATI MA …… I CONCORSI? Quelli si faranno, forse, a parole ne hanno già assunti 100.000, così entrerà, un domani, personale inesperto da formare, da rendere operativo, roba da professoroni proprio. Anche in polizia dovevano assumerne 10.000 subito, chi ha notizie dopo 1 anno dall’annuncio? Ma nel frattempo nessun poliziotto è andato in pensione?

Uno vuole anche la FLAT-TAX per ricchi ed il “popolo” è d’accordo. Chissà cose gliene viene, al popolo, considerato che sono soldi che non vanno certo all’investimento ma al conto in banca. L’uno però, sa benissimo che tutti gli diranno “no”: ottimo, per affermare più avanti, che “NON MI HANNO LASCIATO LAVORARE”.

Se vogliono distruggere il Welfare state, lo Stato sociale e trasferire tutto ai privati, lo dicano e si facciano votare ed eleggere su questo, senza fare tanto i sovranisti forzuti ma con il cappello in mano.

Intanto l’opposizione evidenzia le contraddizioni ma lascia fare; mi sorge il dubbio che abbia ragione, che il ragionamento sia: vadano a sbattere, in fretta, perché un’agonia come questa è peggio.

E soldi per investimenti? Per dare una direzione economica al Paese? e l’economia della manutenzione delle opere, del territorio, delle rinnovabili, insomma tutta quella ROBA che riguarda economia circolare, Ambiente insomma, che oggi è una possibilità/risorsa economica? Abbiate pazienza se faccio riferimento a questioni ambientali, so che alle Europee un 2,3% è nulla, fortuna che sono mezzo tedesco. 

E l’emigrazione, sia interna che verso l’estero, che è fortemente ripresa? è ripresa così forte che anche gli immigrati emigrano.

C’è qualcuno che spiega ai “miracolosi” che SPESA è una cosa, INVESTIMENTO è altro? Sempre soldi che escono sono, l’effetto è totalmente diverso.

LA PROPAGANDA FUNZIONA ANCORA MOLTO BENE, ogni voce di dissenso viene in qualche modo soffocata e così si continua ad affondare.

Io mi domando: che realtà ci troveremo davanti a breve e come reagiremo? se non interviene un “sac de cul” o la famigerata Europa o BCE, la prossima finanziaria chi la scrive? E come?

Un Saluto

Es.

Commenti all'articolo

  • Di pv21 (---.---.---.221) 16 giugno 19:18

    FLATUS > Per il PIL del 2019 è previsto un +0,1-0,2% e per il Deficit un calo di 8-10 miliardi nell’arco di 2 anni.

    Con questi dati il reddito di cittadinanza e la flat tax vanno a riassorbire (tagliare) una serie di bonus, sconti, sgravi, .. finora in vigore.

    Ossia SI RIMESCOLANO tipo e gruppi di destinatari (beneficiari), ma senza “cambiare” granché i problemi e le disparità reali del sistema paese.

    Lo sanno bene gli operatori dei mercati finanziari, compresi industrie e servizi, che aspettano l’evolversi degli eventi.


    Non solo.

    Dopo 1 anno di Governo gli antidemocratici caminetti/salotti “elitari” di nuovo hanno solo il volto dei partecipanti e gli immigrati restano l’unico ostacolo (minaccia) alla civile e prospera convivenza.

    E’ un po’ come invocare un fato “benevolo”, additando i “nemici” d’oltralpe.


    Quello che di certo esaltano gli “aruspici” portavoce dell’attuale governo è il FLATUS comunicativo (appelli, slogan, ecc). Flatus a cui gli organi di informazione fanno da megafono.

    Fino a quando (entro qualche settimana) ci verrà presentato il “conto”: conto salato.

    Proclamarsi “paladino” dell’onestà o “salvatore” della patria echeggia lo stile tipico di un Dossier Arroganza

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 17 giugno 16:22
    Enzo Salvà

    "Flatus vocis", anche oggi ho imparato qualcosa. Ora sono curioso di sapere, almeno superficialmente, cos’è il "nominalismo medievale", grazie.

    In ogni caso sì, il servilismo degli organi di informazione è visibilissimo, altrettanto la loro autocensura. Non credo che quest’anno scaleremo la classifica della libera stampa. 

    Un Saluto

    Es.

  • Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 17 giugno 16:55
    Enzo Salvà

    Vorrei segnalare questo articolo, mi sembra esemplificativo di cosa voglia dire investimento e di come l’Unione Europea NON sia contraria per partito preso alle iniziative dei Governi. (Il progetto del Governo Italiano era del Dicembre 2017)

    http://www.ecodallecitta.it/notizie/391330/la-commissione-ue-approva-i-54-miliardi-di-euro-stanziati-dallitalia-a-sostegno-della-produzione-di-energia-elettrica-da-fonti-rinnovabili

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità