• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Mario Monti, l’alieno di Goldman Sachs e le teorie del complotto

Mario Monti, l’alieno di Goldman Sachs e le teorie del complotto

 
Quando ieri mattina Mario Monti, con il suo bravo loden, si è presentato in visita ad una mostra a Roma, ha fatto scalpore il fatto che abbia pagato regolarmente il biglietto d'ingresso. La settimana scorsa tutti avevano parlato della sua Dedra e dei dieci euro di benzina al self-service. Un alieno, insomma. Un alieno che ha preso forma umana e che ha scelto, vista la location prescelta per la sua missione, il nome italiano per eccellenza: Mario.
 
Monti è talmente alieno che a me ricorda Klaatu, il messaggero inviato da un impero stellare ad ammonire ed istruire i terrestri alla pace universale, protagonista di uno stracult di fantascienza.
 
Un essere buono e gentile; pacato e, sì, Crozza, anche un po' robotico, che però, se i terrestri non obbediranno al gentile ma fermo richiamo dell'Impero, sarà costretto ad utilizzare contro di loro un'arma terribile e innominabile, custodita all'interno del suo fido polmone d'acciaio Gorth. 
 
Quando Klaatu, nel film, interagisce con i terrestri, provoca in loro diffidenza e sospetto, non solo perché siamo negli ultraparanoici anni cinquanta americani ma per via della sua aria di sorniona consapevolezza di possedere una conoscenza superiore. Il che lo porta a sembrare colui che ha superato tutte le debolezze umane, compreso il gusto di essere incazzato personalmente.
 
Anche Mario Monti è un personaggio che, secondo i neoparanoici italiani, non assomigliando al suo predecessore e non agguantando la chiappa alle signore ai G8, deve nascondere senz'altro qualcosa, che non può che essere qualcosa di losco.
 
Mario strumento di Goldman Sachs, agente del Bilderberg, longa manus della Trilateral. Mario troppo perfetto per essere vero. Mario che potrebbe anche, sotto la bella faccia da professore, nascondere la pelle a squame e l'occhio di serpente.
 
Mi sono fatta un'idea, e cioè che questa storia della Trilateral, di Goldman Sachs e Bilderberg, sia nient'altro che una bella campagna virale data sapientemente in pasto ai giovani e meno giovani boccaloni - nessuno me ne voglia - che popolano la rete, per dimostrare ancora una volta, tra l'altro, come la Rete sia il luogo delle fanfaluche. Non a caso B. pensa di sfondare in Rete per la prossima campagna elettorale.
 
Riflettete, non è sospetta una moltitudine che ripete, come un sol uomo, gli stessi concetti con le medesime parole, dall'estrema sinistra fino a Forza Nuova, dai giornalisti incompresi a quelli fino troppo coesi al sistema?
 
Una campagna che, pochi se ne stanno rendendo conto, porta acqua sorgiva fresca al mulino berlusconiano-leghista. Che ci distrae dalle responsabilità di chi ha governato fino ad oggi e dalle sue connivenze affaristiche e politiche - quelle si notoriamente losche - proponendoci un bell'intrigo alla Dan Brown e un nuovo cattivo sul quale concentrare la nostra attenzione.
 
Il meccanismo di questa psyop (guerra psicologica) è semplice: creo il canovaccio della cospirazione, come i mattacchioni hanno fatto qui con il loro video-parodia simil-Voyager zeppo di sincronicità paranoiche e di fallacie (che però sembra maledettamente "vero") e lo sbatto in rete, a fare da seme. Nel terreno fertile il seme germoglia e presto il concetto verrà riverberato ovunque, senza essere sottoposto a critica o verifica, e diventerà verità rivelata.
 
Il fatto che Mario Monti abbia fatto veramente l'advisor di Goldman Sachs - il che non vuol dire che di conseguenza egli ne sia il bieco strumento - non farà altro che amplificare la sensazione di trovarsi di fronte all'uomo della Grande Cospirazione
 
Intanto che la gente si convince che il Potere Oscuro sta usando Mario Monti per farci diventare tutti dei baccelloni senza volontà, chi di dovere dà una bella mazzata alla credibilità della Rete e copre la cacca del vecchio regime con la sabbia della paura del nuovo. Mi sbaglio?

I commenti più votati

  • Di (---.---.---.101) 22 novembre 2011 16:11

    Secondo me si,ti sbagli.Se pensi che Trilateral,Bildeberg, siano associazioni di boy scouts che la domenica si vedono per andare a raccogliere lamponi,o per discutere come migliorare la qualità della vita umana, sei libero di pensarlo.Se non pensi che Goldman,per usare un curioso eufemismo,sia un tantino ungombrante,visto che per le famose revolving doors,chi esce da lì entra nei vari governi occidentali o come prime minister o come ministro del tesoro,sei libero di pensarlo.Il bello della democrazia è che ognuno di noi può avere le proprie idee...e credere che in Iraq c’erano armi di distruzione di massa,che in Afghanistan vogliamo portare la democrazia(e anche un gasdotto...)che Gheddafi abbia bombardato i civili....Però sei anche libero di pensare che armi di distruzione non ce ne siano mai state,che stranamente nessuno parla oramai dell Afghanistan,che nessun reportage ci abbia fatto vedere i danni inferti alle città e alle popolazioni in Libia----Peccato anche che ,riguardo all Iraq,oramai tutti siamo convinti di essere andati lì per il petrolio,e nessuno,dico nessun giornale ufficiale,o dovrei chiamarli embedded,abbia avuto il coraggio di dirlo........nemmeno a distanza di anni.....Siamo tutti cospiratori a pensarla così o è finito il mondo delle favole????

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.101) 22 novembre 2011 16:11

    Secondo me si,ti sbagli.Se pensi che Trilateral,Bildeberg, siano associazioni di boy scouts che la domenica si vedono per andare a raccogliere lamponi,o per discutere come migliorare la qualità della vita umana, sei libero di pensarlo.Se non pensi che Goldman,per usare un curioso eufemismo,sia un tantino ungombrante,visto che per le famose revolving doors,chi esce da lì entra nei vari governi occidentali o come prime minister o come ministro del tesoro,sei libero di pensarlo.Il bello della democrazia è che ognuno di noi può avere le proprie idee...e credere che in Iraq c’erano armi di distruzione di massa,che in Afghanistan vogliamo portare la democrazia(e anche un gasdotto...)che Gheddafi abbia bombardato i civili....Però sei anche libero di pensare che armi di distruzione non ce ne siano mai state,che stranamente nessuno parla oramai dell Afghanistan,che nessun reportage ci abbia fatto vedere i danni inferti alle città e alle popolazioni in Libia----Peccato anche che ,riguardo all Iraq,oramai tutti siamo convinti di essere andati lì per il petrolio,e nessuno,dico nessun giornale ufficiale,o dovrei chiamarli embedded,abbia avuto il coraggio di dirlo........nemmeno a distanza di anni.....Siamo tutti cospiratori a pensarla così o è finito il mondo delle favole????

  • Di (---.---.---.33) 22 novembre 2011 21:07

    Molto semplicemente: guardiamo quello che il Prof. Monti farà o non farà. Intanto i tassi di interesse sono aumentati di 0,50 punti subito dopo il suo insediamento. Poi si parla di Ici, aumento dell’iva al 23% e altro... Vediamo se le frequenze del digitale terreste, come dicono i "cospiratori" verranno effettivamente regalate ai soliti noti, Berlusconi compreso, oppure se modificherà quanto già stabilito e chiederà (come è stato fatto nelle telecomunicazioni) 3 o 4 miliardi di euro ai signori delle televisioni, invece di chiederli solo alle famiglie che pagano il mutuo sulla casa o ai cittadini che con un altro aumento iva potrebbero veder salire il loro costo della spesa.... vediamo cosa farà il Prof. Monti e poi decidiamo se confermare o no le tesi dei "cospiratori".... io sono pessimista, purtroppo!

  • Di (---.---.---.222) 22 novembre 2011 22:28

    Governo imposto dall’Europa è un governo che fa interessi della UE che sono diametralmente opposti agli interessi dei singoli stati. Non c’è nessuna paranoia, Monti sarà il timoniere di una nuova Britannia di cui il 95 per cento degli italiani non ha mai sentito parlare. Prima di una scissione dell euro a due velocita’ ( il ritorno alla lira sarebbe catastrofico ma assolutamente migliore perche’ ci riapproprieremmo della sovranità monetaria) la missione della Merkel è distruggere le ultime aziende importanti rimaste in Italia per evitare di avere un competitor fortissimo( l Italia ) che aggraverebbe la situazione dell export tedesco che sarebbe gia’ provata dal ritorno al marco o dall’euro1(quello piu forte). Coi rendimenti del btp al 7 per cento la politica di austerity che ci verrà da Monti imposta non andrà minimamente nella direzione della crescita ma semplicemnte nel pagamento degli interessi sul nostro debito a investitori internazionali ( che vogliono la remunerazione al 7per cento, non gradendo il fatto che alta remunerazione è collegata ad aumento del rischio del titolo che stai acquistando) che faranno abbondanti pasti sulle nostre teste. Dopo anni di sofferenza vi invito a documentarvi sull’attuale situazione argentina, il cui primo ministro attuale è da molti considerato attualmente il miglior al mondo e che ha attuato una saggissima politica di industrializzazione. Visto che ci aspettano anni di sofferenza, preferirei una ristrutturazione del debito e un ritorno alla lira.Saremo poveri, liberi e tra dieci anni non piu’ poveri. La politica che avra’ monti, come col Britannia, sara’ l’ultima picconata e la deindustrializzazione completa che portera’ a sudamericanizzazione del nostro paese senza prospettiva per il futuro ( differentemente dall argentina ), con aumento violenza, disagi sociali e corruzione. L’austerity non migliorera’ i bilanci statali! ma garantirà al mai eletto Presidente del Parlamento europeo di continuare a guadagnare piu di Obama mentre il progetto euro collasserrà con una denotazione inimmaginabile per il 95 per cento delle persone. Saluti

  • Di (---.---.---.6) 23 novembre 2011 00:41

    Monti rappresenta gli interessi dell’alta banca mondiale. Questo è un inequivocabile dato di fatto. Il punto è: come farà a conciliare i loro interessi con quelli della gente che lavora e vuole vivere migliorando la propria condizione? La crescita è fondamentale per far guadagnare chi ne ha più interesse. Essa dovrà essere svincolata da tutte le barriere costituite nel corso degli anni dalle varie contrattazioni di categoria, funzionali a dimostrare che la vita nel nostro Paese era di qualità migliore di quella vissuta nei Paesi social/comunisti. 
    Il debito pubblico italico,oltre alla crisi dei derivati, che non è stata solo il frutto della voracità del management delle società finanziarie che lavoravano e lavorano con i derivati, ha origini remote: parte dalla fine del supporto USA alla nostra economia in funzione anti comunista. Ora, Marchionne lo dimostra con l’odierna disdetta degli accordi sindacali, non cìè più bisogno di "tenere buono" il mondo del lavoro, facendo concessioni contrattuali, aumenti salariali, ecc. ecc, ora il lavoro bisognerà meritarselo, accontentandosi del salario che sarà dato, in misura funzionale alla crescita economica decisa dai preti neri della finanza internazionale... gli stessi che negli scorsi anni hanno promosso brillanti exploit per l’Argentina, per l’Irlanda, ecc.ecc. . Noi italiani, di questi sacerdoti ne abbiamo uno ai massimi livelli internazionali ed un altro a quelli politici....
    Berlusconi doveva realizzare alcune riforme impopolari nel corso di questi anni: non le ha fatte ed ora, alla stregua di ciò che avviene in un’azienda, il proprietario gli ha dato il benservito e si è insediato al suo posto a mettre, finalmente in ordine le cose. Però nel caso di specie il proprietario non è Monti, e nemmeno chi per esso, ma il popolo italiano, che però, ahinoi, ha dimostrato di non essere in grado di farsi governare adeguatamente ed allora è servita un’azione d’intromissione, formalmente corretta, ma sostanzialmente, profondamente antidemocratica.
    Ora, se il popolo italico darà segni di sufficiente vitalità vi sarà la possibilità che le cose, Monti o non Monti, UE o non UE, debito o non debito, vadano nel senso di un auspicabile miglioramneto delle condizioni di vita reale, ovvero di quelle che prima d’ogni altra cosa migliorano la moralità, la condizione di dignità dei cittadini, perchè senza di essa non vi può essere democrazia, se invece, tale risveglio, non vi sarà o sarà lento o parziale, le condizioni di vita generali peggioreranno sensibilmente e la colpa non sarà imputabile nè al vecchio Berlusconi ed alla sua ciurma, nè ai fiduciari degli interessi privati mondiali, ma unicamente all’italica gente e com’è noto, purtroppo: "... Chi è causa del suo mal pianga se stesso". 

  • Di (---.---.---.153) 25 novembre 2011 19:22

    Ma qualcuno mi spiega a chi conviene affossare l’€? Io, come voi a quanto leggo, sono appassionato di economia politica, dunque anche di politica, leggendo i vari blog se ne esce con la percezione che tutti dicono qualcosa di sensato, chi un pò +, chi un pò meno, ma nessuno dice crobelerie totali o assurde falsità... dunque x capire il male, forse bisogna capirne le ragioni, e le ragioni, a mio parere si capiscono solo capendo a chi conviene!
    Ora: agli speculatori conviene portare i alto gli interessi dei debiti sovrani, facendo questa operazione rischiano, però, il default di qualche stato o di tutta l’area €, alla fine a loro, questo scenario, non conviene; ai partner europei tanto meno, la Germani è molto cosciente che se l’€ fallisce la sue esportazioni in areua € crollano, il chè x loro significa oltre il 30% del loro PIL, sarebbe una follia, neppure a loro conviene; ai cinesi e alle economie emergenti tano meno può convenire...i primi sono proprietari di immensi debiti sovrani, (europei e USA), gli altri ancora troppo piccoli x operazioni di tale gigantismo; quinid alla fine è solo opera di speculatori che hanno una tae freddezza da determinare i destini di nazioni e continenti x accapparrarsi utili in fase di economia stagnante e altri utili facendo salire con qs meccanismo gli interessi sui debiti sovrano e dunque garantirsi utili x i prossii decenni?
    E’ questo lo scenario macroscopico in cui navighiamo?

    Grazie x qualsiasi idea al porposito ...
    Franco

  • Di (---.---.---.83) 29 dicembre 2011 19:12

    Mari o Monti.. mi sta simpatico, Bilderberg o meno che sia: se avesse anche un’anima mi farebbe anche ulteriore simpatia..

  • Di (---.---.---.71) 16 luglio 2012 15:57

    SI TI SBAGLI...

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares