• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Satira > Lotta al terrorismo. Dopo Anonymous anche Matteo Renzi sferra un duro (...)

Lotta al terrorismo. Dopo Anonymous anche Matteo Renzi sferra un duro attacco all’Isis schierando l’italico supereroe

E’ ormai lotta aperta ai terroristi dell’ISIS.
 
Il duro attacco all’Isis da parte di Anonymus in cui tutte le pagine facebook dei terroristi sono state hackerate sostituendo i “MI PIACE ” con i “NON MI PIACE PIU’” e condividendo link al sito di Matteo Salvini, non rimarrà un evento isolato; è di questa mattina infatti l’annuncio che Matteo Renzi ha deciso di contrastare attivamente la preoccupante avanzata del terrorismo jihadista.
 
“Ho preso la decisione di scendere in campo contro l’inps…gli Oasis…contro…l’isis” ha dichiarato il Presidente del Consiglio “perché l’attacco al giornale satirico Charlie Hebdo è un segnale molto pericoloso e assolutamente da non sottovalutare. Immaginate cosa potrebbe accadere se venissero attaccate le redazioni di Tex Willer, di Topolino o, peggio ancora, se venissero trucidati gli autori del Corriere dei Piccoli. Cosa accadrebbe se l’Italia, in questo momento molto delicato e di fragilità sociale, perdesse anche la Pimpa? Il rischio di default sarebbe altissimo. Qui si tratta di difendere le basi stesse della nostra cultura e della nostra democrazia. E’ per questi motivi che ho deciso per un’azione di intervento in questa guerra al terrorismo schierando in campo la nostra arma più letale: Capitan Noia alias Angelino Alfano. Ammetto che è stata una decisione difficile da prendere perché tutti conosciamo bene le conseguenze che comporta l’impiego di Capitan Noia ma, d’altro canto, non vedo altre alternative. Si tratterà di un’azione a lungo termine in cui l’italico Capitano attaccherà caselle email, pagine facebook e account twitter postando, di volta in volta, tutti i suoi discorsi tenuti in parlamento. Nei casi più pericolosi non è escluso l’utilizzo anche delle interviste rilasciate ai giornali. Ho parlato personalmente con Capitan Noia è mi ha assicurato che nulla rimarrà intentato e chiunque manifesterà intenti belligeranti nei confronti del nostro paese verrà annoiato a morte senza pietà. Sarà una lotta senza esclusione di colpi e combatteremo tutti gli appartenenti ad organizzazioni terroristiche, escluso il mossad. Risparmieremo solamente coloro che accetteranno incondizionatamente di iscriversi al Partito Democratico. Per gli altri sarà una lotta senza quartiere. A tal proposito ne approfitto per ricordare che per chiunque fosse interessato ad entrare nel Partito Democratico e aperta la campagna tessramenti “CANI & PORCI”. Ricordo inoltre che per ottenere la tessera non è richiesto nessun requisito specifico se non dimostrare di essere proprietari di una poltrona di qualsiasi genere. Ora purtroppo La devo lasciare perché devo fare cose e vedere gente.”
 
Le dichiarazioni del premier italiano non hanno mancato di provocare perplessità e qualche preoccupazione all’interno della Comunità Europea e della NATO. Si pone infatti un problema di tipo etico dato che l’impiego di Capitan Noia è stato vietato dalla convenzione di Ginevra dopo i suoi pallosissimi interventi durante l’ultima campagna elettorale (famosi quelli a “Porta a Porta”); interventi che, come noto, hanno provocato parecchi decessi per noia mortale tra i telespettatori. Ciò che più teme la comunità internazionale è che, una volta attivato, Capitan Noia possa sfuggire al controllo ponendosi in modalità AC/DC (A Cazzo Di Cane) generando una serie di eventi che potrebbero portare ad un nuovo suicidio di massa come quello provocato in occasione del discorso di insediamento al governo.
 
A questa si aggiunge l’ulteriore preoccupazione di un eventuale affiancamento sul campo paventato dal Pemier Renzi (nel caso in cui Capitan Noia non raggiungesse lo scopo) di un altro supereroe: UPIM (L’Uomo Piu Inutile del Mondo) Alias Matteo Orfini; un’arma ancora in fase sperimentale ma estremamente letale.
 
Matteo Renzi ha tuttavia dichiarato di essere certo di convincere i diversi capi di stato ad accettare l’impiego di Capitan Noia e ha già provveduto ad inviare tramite tweet e tramite un post sul gruppo facebook “CAPI DI STATO FICHISSIMI” un messaggio per tranquillizzare tutti. Il contenuto del post recita più o meno così: STATE SERENI.
Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità