• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Immigrazione: usiamo il cervello

Immigrazione: usiamo il cervello

Vorrei suggerire a quel signore che esistono altri modi per fermare l’immigrazione usando il cervello, senza scomodare flotte militari e chiudere i porti.

 Basterebbe seguire la strada del Kenia che in pochissimi anni è passato a produrre il 70% del suo fabbisogno energetico con fotovoltaico ed eolico (vedi su google il sito lifegate) e sulla costa un dissalatore di acqua marina ad energia solare, che produce acqua potabile.

E’ evidente che creare l’indipendenza energetica ed idrica significa creare le condizioni per l’indipendenza alimentare e quindi rimuovere buona parte del fenomeno migratorio. Ogni euro investito dall’Europa in questa direzione, per una microgenerazione diffusa nei principali paesi di emigrazione, servirebbe all’Africa più di qualsiasi altro tipo di aiuto, col risultato fondamentale di lasciare i giovani africani nei loro paesi, che rischiano di lasciare soli bambini, donne, anziani. I nemici giurati di questa rivoluzione verde sono le grandi compagnie petrolifere che vedrebbero azzerata la vendita di carburante, i trafficanti di uomini e non ultime le gerarchie religiose islamiche che, ragionando su tempi lunghi, vogliono diventare maggioranza in Europa a qualunque costo.

Portare avanti a tappe forzate questo processo di indipendenza energetica ed alimentare sarebbe anche nel nostro interesse di cittadini globali, per limitare i danni del riscaldamento del pianeta che è la minaccia più grave sul futuro di tutti noi. Paolo De Gregorio

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità