• giovedì 17 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Attualità > Istruzione > Il Pd in piazza: investire nella scuola. Ma difende i tagli di (...)
di Federico Pignalberi (sito) venerdì 10 settembre 2010 - 1 commento oknotizie
5%
Articolo interessante?
 
95%
(21 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Il Pd in piazza: investire nella scuola. Ma difende i tagli di Prodi

Intervista a Ignazio Marino e Maria Coscia. Il Pd in piazza con i precari. Quanto è credibile il centrosinistra che tagliò oltre 7 miliardi alla scuola pubblica?

Meglio tagliare alla scuola 7,2 miliardi con due anni o 7,8 con tre? Agli elettori la scelta. Il centrosinistra, con le due finanziarie annuali del governo Prodi-2, ha tagliato all’istruzione 7.256 milioni di euro. Solo 600 milioni in meno dei tagli previsti da Tremonti nella sua finanziaria triennale. Con quale credibilità il Pd può presentarsi in piazza e rivendicare la fiducia dei precari della scuola in protesta? Lo abbiamo chiesto a due parlamentari del primo partito di opposizione che, due giorni fa, sono andati a incontrare i professori in protesta davanti a Montecitorio.
 


Ignazio Marino: “I tagli della sinistra alla scuola? Non un errore, ma uno sbaglio”
Il senatore Pd Ignazio Marino prima, parlando dei tagli all'istruzione del governo Berlusconi, dice che un governo intelligente dovrebbe investire sulla scuola, poi, parlando dei tagli all'istruzione del governo Prodi, cerca di spiegare che non sono stati un errore, ma uno sbaglio. E minimizza: "Trovo sterile fare un confronto sulle cifre". In fondo si tratta solo di coerenza.




Maria Coscia: “I nostri tagli sono riordino. I loro, indiscriminati”
Maria Coscia è una deputata del Pd dal 2006. Si occupa di scuola da anni: è stata responsabile del settore scuola del Pd e, per otto anni, assessore alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma. Intervistata da AgoraVox, parla del suo progetto di legge sull'insegnamento della Costituzione nelle scuole. Poi non riesce a spiegare che differenza ci sia tra i tagli alla scuola del centrosinistra e quelli del centrodestra. Dice che nel loro caso si è trattato di un’operazione di riordino nella spesa dell’istruzione, mentre accusa il governo Berlusconi di operare tagli indiscriminati. E rivendica un piano di stabilizzazione di 150mila insegnanti precari previsto dal governo Prodi. Smentisce che i tagli del loro governo alla scuola siano stati 7 miliardi e 250 milioni di euro e ci sfida a dimostrarlo. Noi abbiamo raccolto la sfida: quei tagli esistono.
 


di Federico Pignalberi (sito) venerdì 10 settembre 2010 - 1 commento oknotizie
5%
Articolo interessante?
 
95%
(21 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione