• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Mondo > Giappone tsunami e terremoto. Ultime notizie: esplosione in centrale (...)

Giappone tsunami e terremoto. Ultime notizie: esplosione in centrale nucleare

Aumenta il numero della vittime del terremoto di magnitudo 8.9, seguita da tsunami, che ha colpito ieri mattina il Giappone.

Sarebbero 1400 i morti e i dispersi. 613 persone sono morte in diverse regioni del nord e dell'est del Giappone. Oltre 200 cadaveri trovati sulla spiaggia di Sendai.

Il violento terremoto che ha spostato di 10 cm l'asse terrestre rischia, però, di avere conseguenze ancora più gravi.

Intorno alle 8, ora italiana, uno dei quattro edifici che compongono la centrale di Fukushima è stato distrutto da un'esplosione secondo quanto riferisce l'emittente giapponese Nhk. L'esplosione avrebbe polverizzato la gabbia esterna di contenimento del reattore. sono crollati, inoltre, il tetto e le mura dell'edificio.

Sette operai sono rimasti feriti nell'esplosione. Le prime immagini mostrando un fumo bianco che si leva dal reattore. Non sono note le cause dell'esplosione.

Già da ieri il governo aveva dichiarao lo stato d'emergenza nucelare ma ora la situazione si sta aggravando intono al impiato N.1 di Fukushima.

Intanto stamane una nuova violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.8 a colpito la della costa Est del Giappone. Lo ha reso noto l'Istituto di Geofisica Statunitense.

I commenti più votati

  • Di Fabio Barbera (---.---.---.38) 12 marzo 2011 11:07
    Fabio Barbera

    Mamma che roba, sembra una devastante risposta ai nuclearisti italiani (agoravox ne conta due piuttosto molesti, Riva e Paolo) che vogliono proporci di mettere queste bombe ad orologeria sul nostro territorio! Solidarietà al popolo giapponese. Fab

  • Di (---.---.---.115) 12 marzo 2011 12:04

    QUESTA E’ L’ENNESIMA RISPOSTA AI NUCLEARISTI, NON C’E’ SICUREZZA NEL NUCLEARE, INUTILE VENIRCI A PROPINARE CHE LA QUARTA GENERAZIONE E’ DIVERSA PERCHE’ IL NUCLEO VIENE IMPRIGIONATO CON L’ACCIAIO...AHHAHAHA PERCHE’ QUELLO NON FONDE?? AVETE VISTO L’ESPLOSIONE A FUKUSHIMA?? AVETE NOTATO COME ANCHE QUEL GOVERNO CERCA DI NON DARE LE NOTIZIE NEL MODO CORRETTO? CHI VUOLE LE CENTRALI NUCLEARI SE LE FACCIA IN CASA SUA, QUESTO LO RIVOLGO A BERLUSCONI, CICCHITTO, ZAIA (BELLO STRONZO QUESTO...DICE SI MA NON LO VUOLE A CASA SUA), BOSSI, COTA E TUTTI QUELLI CHE LO VOGLIONO A CASA D’ALTRI. SARO SEMPRE PER LE ENERGIE RINNOVABILI, HO UN’AMICA NATA A CHERNOBYL...SO COME STA VIVENDO.....

  • Di Fabio Barbera (---.---.---.38) 12 marzo 2011 17:28
    Fabio Barbera

    Quindi il suo obbiettivo è il trolling? Beh se fa piacere agli autori dei pezzi che lo subiscono faccia pure, io considero la cosa alla stessa stregua dello stalking, un reato molesto. Basta aprire un pezzo di ambiente su AgoraVox e sotto sicuramente ci si trova lei e Riva a pontificare in fotocopia. Potrebbe scrivere lei i pezzi che ’riscatterebbero’ il suo punto di vista, infarcendoli di dati copiaincollati, oppure mettersi a volantinare la verità rivelata per le strade. Quello che fa qui non ha alcun senso: commentando tutti i pezzi non li delegittima, anzi, se ci sono commenti firmati da voi dà il senso che l’autore stia centrando il problema e viene da leggerlo con più interesse...saluti!!!

  • Di Willy Wonka (---.---.---.161) 12 marzo 2011 23:53
    Willy Wonka

    Signori intervengo per dire solo due parole, è vero che alcune "presenze fisse" sugli articoli che trattano tematiche ambientali sono per lo meno "sospette" il fatto è che comunque non bisogna mai dimenticare la NETIQUETTE e quindi non scrivere in maiuscolo come opportunamente ricordava Raiola ma soprattutto evitare le sbrodolate Taglia ed Incolla perchè non stimolano la discussione: almeno pubblicate i link degli articoli che volete citare così se uno vuole li legge altrimenti passa...
    Al signor Riva dico di star tranquillo perchè ho appena scritto e posto nello stato di pubblicabile una riflessione tecnica sul decreto "Ammazza rinnovabili" così potrà trovare presto un altro market place per i suoi taglia ed incolla (@ @)

Commenti all'articolo

  • Di Fabio Barbera (---.---.---.38) 12 marzo 2011 11:07
    Fabio Barbera

    Mamma che roba, sembra una devastante risposta ai nuclearisti italiani (agoravox ne conta due piuttosto molesti, Riva e Paolo) che vogliono proporci di mettere queste bombe ad orologeria sul nostro territorio! Solidarietà al popolo giapponese. Fab

    • Di fulviob55 (---.---.---.195) 12 marzo 2011 12:19

      Molesti perché?
      Perché non la pensano come lei?
      Smettiamola coi preconcetti, le questioni si risolvono dialogando, c’è sempre un punto d’incontro, se si lasciano perdere le ideologie.
      Su 51 centrali nucleari, in Giappone, una sembra, e dico sembra perchè certezze non ce ne sono, al momento, avere problemi gravi inerenti il raffreddamento del nocciolo. Una centrale che é al centro del sisma più grave che mai ha colpito il Giappone è il quinto, se non sbaglio, dall’inizio del 1900, in tutto il mondo. L’unica che non si è automaticamente disinserita e messa in sicurezza.
      Dal video non si vedono esplosioni ma "solo" una nube che potrebbe essere benissimo di vapore.
      Mi sembra prematuro trarre conclusioni prima di avere dati certi.

    • Di Fabio Barbera (---.---.---.38) 12 marzo 2011 13:07
      Fabio Barbera

      Molesti perché commentano TUTTI gli articoli sull’ambiente per contrapporsi. Proprio tutti!!!

  • Di (---.---.---.115) 12 marzo 2011 12:04

    QUESTA E’ L’ENNESIMA RISPOSTA AI NUCLEARISTI, NON C’E’ SICUREZZA NEL NUCLEARE, INUTILE VENIRCI A PROPINARE CHE LA QUARTA GENERAZIONE E’ DIVERSA PERCHE’ IL NUCLEO VIENE IMPRIGIONATO CON L’ACCIAIO...AHHAHAHA PERCHE’ QUELLO NON FONDE?? AVETE VISTO L’ESPLOSIONE A FUKUSHIMA?? AVETE NOTATO COME ANCHE QUEL GOVERNO CERCA DI NON DARE LE NOTIZIE NEL MODO CORRETTO? CHI VUOLE LE CENTRALI NUCLEARI SE LE FACCIA IN CASA SUA, QUESTO LO RIVOLGO A BERLUSCONI, CICCHITTO, ZAIA (BELLO STRONZO QUESTO...DICE SI MA NON LO VUOLE A CASA SUA), BOSSI, COTA E TUTTI QUELLI CHE LO VOGLIONO A CASA D’ALTRI. SARO SEMPRE PER LE ENERGIE RINNOVABILI, HO UN’AMICA NATA A CHERNOBYL...SO COME STA VIVENDO.....

  • Di Renzo Riva (---.---.---.8) 12 marzo 2011 13:49
    Renzo Riva

    Consumi elettrici

    Giappone 1’130 TWh anno
    Germania 640 TWh anno
    Italia 340 TWh anno

    Fukushima richiama ad una pesante responsabilità.

    Le future filiere da installare in Italia dovranno caratterizzarsi per elevata sicurezza passiva

     

     (Roma 10 marzo 2011 ) - Il Comitato Italiano per il Rilancio del Nucleare (Cirn) rompe il silenzio che sinora ha, giustamente in mancanza di dati oggettivi certi, caratterizzato la componente che è impegnata per la ripartenza del nucleare in Italia e dirama un suo primo commento sul disastro di Fukushima, con l’intenzione anche di fare sentire una voce diversa da quella dominante e strumentale degli antinucleari.

    «Quanto sta avvenendo nel sito di Fukushima - afferma l’ingegner Giorgio Prinzi, Segretario del Comitato Italiano per il Rilancio del Nucleare (Cirn) - pone un serio problema di scelta degli eventuali reattori nucleari da installare in Italia, di cui sinora si è poco, se non affatto, parlato. Una grande responsabilità grava ora sulla costituenda Agenzia per la Sicurezza Nucleare, che dovrà vagliare le diverse opzioni sotto il profilo della sicurezza passiva che ciascuna di esse è in grado di garantire, non lasciandosi condizionare da sia pur legittimi interessi industriali e finanziari dei diversi potenziali attori».

    «I problemi per le unità ad acqua bollente installate in quel sito giapponese - prosegue il Segretario del Cirn - si sono posti proprio perché i sistemi di asportazione del calore residuo non erano di tipo passivo e, al venir meno dell’erogazione della rete e dei generatori diesel di emergenza, che sembra siano stati danneggiati dall’onda di maremoto, non è stato possibile asportare in altro modo il calore residuo, che è sfuggito al controllo anche perché il sottosistema a corrente continua alimentato da batterie di limitata autonomia non era in grado di adempiere alla funzione adeguatamente, in quanto sembra concepito per il tamponamento momentaneo di una mancanza di corrente alternata».

    «Peggio
     incalza l’ingegner Giorgio Prinzi, - dalle prime frammentarie notizie che ci giungono in lingua inglese, sembra che alla stessa centrale diesel fossero asservite più unità, in contrasto con una delle regole di sicurezza che prevede la ridondanza e la duplicazione dei sistemi critici. Certo la macchina danneggiata era alquanto vecchiotta, essendo divenuta critica per la prima volta nel 1971, e i criteri di sicurezza in base ai quali era stata realizzata ormai decisamente obsoleti. Sono però proprio queste considerazioni che ci fanno a gran voce richiedere il massimo impegno di coloro che dovranno decidere, in base ad criteri avanzati criteri di sicurezza, le future filiere da installare in Italia. Su questo auspichiamo che si apra il dibattito, al quale gli ambientalisti potrebbero contribuire con una visione critica e costruttiva, sempre che riescano a liberarsi dei loro preconcetti ideologici e del loro furore antinucleare che anche in questo frangente caratterizza le loro dichiarazioni a caldo».

    «Non vi sono altre soluzione praticabili - conclude il Segretario del Cirn Giorgio Prinzi - L’energia nucleare è una scelta obbligata. Si tratta di affrontare il problema con razionalità. Sempre nello stessa prefettura di Fukushima il sisma ha causato il crollo di una diga, ma la notizia è quasi passata sotto silenzio, perché l’attenzione è focalizzata solo sulle installazioni nucleari».

     

    PER SCARICARE DOCUMENTAZIONE TECNICA DEL CIRN

    collegarsi alla pagina web

    http://www.giorgioprinzi.it/nucleare/audiovisivifonti/energia.htm

    (sua visualizzazione completa solo con browser Explorer)

     

    RECAPITI CIRN

    Comitato Italiano per il Rilancio del Nucleare

    06.7049.6222 
      339.12.67.704

    com-nuc.segreteria@libero.it

  • Di (---.---.---.12) 12 marzo 2011 15:27

    LA CENTRALE ATOMICA FIAPPONESE E’ ESPOLSA!!!!!!!!!
    ALTRO CHE CHIACCHIERE.....

    LE CENTRALI ATOMICHE SONO PERICOLOSE E COSTOSE, PER SMANTELLARLE OCCORRONO MOLTISSIMI SOLDI, INFATTI LE TENGONO IN FUNZIONE OLTRE IL TEMPO PREVISTO, CON EVIDENTI RISCHI.

    NO ALLE CENTRALI NUCLEARI !!!!!!!!!!!
    POSSONO ESSERE SOSTITUITE DA ALTRE FONTI ENERGETICHE COME IL SOLARE.

    Saluti
    F.DINICOLI

  • Di Francesco Raiola (---.---.---.50) 12 marzo 2011 15:40
    Francesco Raiola

    Gentile Dinicoli, la ringrazio per i commenti, però le chiedo un piacere. Sul web, scrivere in maiuscolo significa urlare (e a qualcuno potrebbe dare fastidio), posso chiederle di usare il minuscolo?

    Grazie per la discussione.

  • Di paolo (---.---.---.204) 12 marzo 2011 17:13

    Caro Fabio Barbera , fastidioso e molesto sono termini che accetto volentieri , specialmente da chi ha collaborato con " Striscia la Notizia" ,la Rivista resistenza satirica ,controinformazione ,telegatto ,radio sapienza , ..... ecc... Mi scuso per eventuali errori nelle citazioni .

    E’ chiaro che uno con un curriculum come il suo può trovare fastidioso il mio modo di agire .Lo capisco ed in parte anche lo condivido .
    Vorrei però rivelarle il motivo per cui lo sto facendo , chiedendole la bontà di credermi sulla parola se le dico che non ho alcun interesse privato da difendere , è una concessione che le chiedo .
    Dopo anni di passiva accettazione ho deciso di dare un contributo ,pur nella mia modestia , nell’opera di disinfestazione dai mezzi di comunicazione di tutti " i pistola " che la affollano . Non conosco esattamente il termine "pistola" che è un milanesismo ed io sono un toscano , ma mi sembra il più idoneo per indicare persone che sparacchiano presunte verità con un fervore degno di miglior causa . E con questo non intendo dare giudizi di merito ma soltanto cercare di confrontarmi per proporre punti di vista differenti . 
    Capisco che uno come lei come esperto in " scienze della comunicazione " possa trovare il metodo criticabile , ma purtroppo , non avendo nè giornali nè televisioni , non posso fare diversamente e ringrazio AgoraVox che mi concede questa opportunità .
    Comunque lei ha sempre l’opportunità di non leggermi .

    saluti

    • Di Fabio Barbera (---.---.---.38) 12 marzo 2011 17:28
      Fabio Barbera

      Quindi il suo obbiettivo è il trolling? Beh se fa piacere agli autori dei pezzi che lo subiscono faccia pure, io considero la cosa alla stessa stregua dello stalking, un reato molesto. Basta aprire un pezzo di ambiente su AgoraVox e sotto sicuramente ci si trova lei e Riva a pontificare in fotocopia. Potrebbe scrivere lei i pezzi che ’riscatterebbero’ il suo punto di vista, infarcendoli di dati copiaincollati, oppure mettersi a volantinare la verità rivelata per le strade. Quello che fa qui non ha alcun senso: commentando tutti i pezzi non li delegittima, anzi, se ci sono commenti firmati da voi dà il senso che l’autore stia centrando il problema e viene da leggerlo con più interesse...saluti!!!

    • Di fulviob55 (---.---.---.195) 12 marzo 2011 19:17

      Anche i signori Dinicoli e Miccolis, non me ne vogliano per averli tirati in ballo, commentano praticamente ogni articolo che tratti d’ambiente ma nessuno ha mai mosso loro le accuse che Lei muove a Riva e Paolo. Forse perchè, ognuno con le proprie convinzioni, ci si rispetta e non si è convinti di avere la verità assoluta in tasca?. Cosa che invece Lei mi sembra convinto di avere.

  • Di paolo (---.---.---.204) 12 marzo 2011 18:21

    Barbera , lei sta facendo trolling e stalking al suo cervello .Le consiglio di rimanere negli ambiti culturali che le sono propri , non si allarghi su cose che non conosce . Sta dicendo stupidaggini , il copia e incolla va bene per Striscia la Notizia , qui si parla di cose serie e sarebbe opportuno avere anche un minimo di rispetto per l’articolista che non credo avesse intenzione di fare cabaret . 

    Ci sono post , dove lei può esprimere al meglio la sua verve artistica , qui si parla di argomenti che richiedono un minimo di conoscenza , senza per nulla voler pontificare .

    La invito nuovamente ad assumere un’atteggiamento più rispettoso e tenga certi giudizi per se che mi sembrano molto più appropriati . 
    Mi scuso con l’articolista e gli altri commentatori .
  • Di Willy Wonka (---.---.---.161) 12 marzo 2011 23:53
    Willy Wonka

    Signori intervengo per dire solo due parole, è vero che alcune "presenze fisse" sugli articoli che trattano tematiche ambientali sono per lo meno "sospette" il fatto è che comunque non bisogna mai dimenticare la NETIQUETTE e quindi non scrivere in maiuscolo come opportunamente ricordava Raiola ma soprattutto evitare le sbrodolate Taglia ed Incolla perchè non stimolano la discussione: almeno pubblicate i link degli articoli che volete citare così se uno vuole li legge altrimenti passa...
    Al signor Riva dico di star tranquillo perchè ho appena scritto e posto nello stato di pubblicabile una riflessione tecnica sul decreto "Ammazza rinnovabili" così potrà trovare presto un altro market place per i suoi taglia ed incolla (@ @)

  • Di Mr. Hubbert (---.---.---.128) 13 marzo 2011 02:23

    ihihih che barzellette che racconta riva, è un grande umorista, bisogna riconoscerlo.
    ’le centrali italiane dovranno avere una grande sicurezza passiva’ seeeeee..proprio.
    In un paese governato da mafiosi e dove si costruisce senza cemento e per di piu’ con le pezze al culo, ma per favore!
    Visto che Riva è sempre cosi’ solerte nello spadellare cifre sulla estrema economicita’ del nucleare, perchè non ci fa un bel calcolo di quanto costera’ allo stato francese smantellare le sue centrali e ricostruirne altrettante, sarebbe un dato interessante da conoscere.
    Ma non si sforzi troppo nei calcoli, la Francia andrebbe in bancarotta ed è per questo che tirera’ la vita delle sue centrali fino alle estreme conseguenze, prepariamoci ad un bel disastro nucleare, sono successi dappertutto e succedera’ anche in Francia(per il momento si accontentano di un aumento di cancro e leucemie nei dintorni dei siti, ma vedranno di fare meglio)

  • Di paolo (---.---.---.204) 13 marzo 2011 09:24

    Willy , parlo per me e non per Riva che dichiara apertamente la sua posizione politica sul nucleare e che è legittimo condividere o meno , alcune precisazioni :

    a) non sono militante nè iscritto , nè lo sono mai stato , ad alcun partito politico anche se sono culturalmente " di sinistra" .
    b) non sono un sostenitore diretto od indiretto del nucleare e coinvolto in interessi di alcun genere . Il mio curriculum vitae è cristallino e a prova di qualsiasi verifica .
    c)il mio interesse è contrastare gli argomenti che ritengo frutto di fanatismo e privi di contenuto tecnico scientifico , che inquinano ogni tentativo discutere seriamente di problemi che dovrebbero , al di la del bunga bunga ,interessare tutti. E che continuo a non vedere sui media nazionali.
    Questo per toglierti ogni sospetto . Piuttosto chiediti anche chi ci stia dietro a certi interessi sulle "fonti rinnovabili" , e te lo chiedo come sostenitore convinto sia del solare che di tutte le altre forme alternative .Interessi legittimi sia ben chiaro.
    Siccome ritengo di avere qualche titolo per poter parlare di certi argomenti , a differenza di alcuni che intervengono per fare solo terrorismo ingiustificato , ritengo doveroso , e mi pento di averlo mai fatto prima , intervenire .Se il post trattasse argomenti di cardiochirurgia , mi sarei ben guardato dall ’ intervenire se non per chiedere chiarimenti . Ti prego di prenderne atto .
    grazie -ciao 
  • Di Willy Wonka (---.---.---.168) 13 marzo 2011 22:18
    Willy Wonka

    Purtroppo, caro Paolo, ti do atto, ma non riesco a capire il perchè, che la discussione sull’energia scatena i fanatismi...abbiamo votato con piglio uterino anni fa contro il nucleare, rischiamo di prendere una strada non chiara oggi sotto la spinta pubblicitaria di una parte politica, dopo che abbiamo perso gran parte del nostro know how.

    E’ indubbio che qualunque investimento sull’energia abbia dietro interessi che neanche immaginiamo ed il motivo è semplice: l’energia è alla base della nostra vita e chi la controlla ha un potere immenso, forse superiore a chi ha in mano i mezzi di scambio (moneta e sistema bancario).

    Detto ciò, purtroppo il terremoto in Giappone ha evidenziato ancora una volta che l’uomo non domina l’atomo totalmente e questo lo scrive un ingegnere che è stato fisicamente a Tokyo e dintorni e conosce sia come i Giapponesi gestiscono gli asset sia come li progettano (noi siamo moooooolto lontani da questi signori che reputo tecnici eccezionali, sicuramente al di sopra della media)... inoltre posso vantare una esperienza di un certo livello, ultra decennale e su posizioni elevate, per quel che riguarda gli impianti a rischio di incidente rilevante...penso che le rinnovabili siano un’opportunità che non dobbiamo lasciarci scappare come Paese anche, e non so più in che forma scriverlo, resteranno (a meno di invenzioni inimmaginabili oggi) una quota limitata del parco di generazione...il futuro a mio avviso passa attraverso la microgenerazione distribuita ed il risparmio energetico...come utilizzatori infatti siamo ancora nella preistoria tecnologica.

    Penso che nei prossimi giorni AV pubblicherà ancora un mio contributo sul Decreto Romani, ti invito a leggerlo e poi a dirmi se le imprese, con il casino normativo in atto, possono riuscire a compilare un business plan e bada bene che la discussione che voglio stimolare non è incentivi si oppure incentivi no ma la necessità per gli investitori di una certezza di scenario...con queste premesse possiamo dirci un Paese libero?

  • Di paolo (---.---.---.70) 14 marzo 2011 09:41

    Willy . Fine della storia , capitolo chiuso  . L’elettronucleare in Italia non ci sarà . A giugno il referendum popolare spazzerà via le intenzioni del governo . Esattamente come nel 1987 .


    Non servirà a nulla dire che impianti nucleari con tecnologia di mezzo secolo fa ,quando in Italia giravano ancora le topolino a carburatore a caduta e con i freni a ceppo , sono stati investiti da un’ira di Dio (terremoti e tsunami che hanno scassato tutto ) e sono , malgrado tutto ancora li’ ,seppure in bilico .
    Poi a mente fredda vedremo gli effetti , ma Dinicoli parla già di esplosione nucleare e milioni di morti per colpa delle radiazioni . Questo sono gli italiani e quindi il nucleare in Italia non c’è piu’ . STOP.
    Adesso vediamo come sviluppiamo le rinnovabili . Sono proprio curioso .

    ciao
  • Di paolo (---.---.---.70) 14 marzo 2011 09:54

    Scusa Willy , dimenticavo una cosa . Non confondiamo l’italiano medio con la tecnologia italiana , sono due cose assolutamente diverse . Aerei , dighe ed impianti italiani , l’acciao italiano ecc. sono top quality Le migliori dighe del mondo sono opere italiane e la fisica italiana ,di cui sono modestissimo anzi infinitesimo rappresentante , non ha nulla da invidiare a nessuno ,anzi . E guarda che i celebratissimi tecnici giapponesi , dalle prime risultanze tecniche , hanno commesso errori anche loro . La differenza sostanziale è che la società giapponese è immensamente piu seria di quella italiana e questo si riflette sulla tecnologia ,i controlli ,il modo di fare le case ecc ...

    La compostezza e la dignità del popolo giapponese ci fanno vergognare di essere italiani.

    di nuovo ciao ,passo e chiudo .
  • Di Mauro Miccolis (---.---.---.6) 19 marzo 2011 20:42
    Mauro Miccolis

    Mai commentato un articolo su Agoravox che non fosse mio. Questo è il primo su Segnalazione . Credo che i diversi autori degli articoli dovrebbero chiedere di prendere provvedimenti contro questi Troll

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares