Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

Home page > Tempo Libero > Gossip > Belen video hard: attenzione

Belen video hard: attenzione

Oramai il dvd con il video hot è su tutte le bancarelle d'Italia e non solo a Napoli, dove pare sia prodotto in quantità industriale. La sua popolarità è oltretutto molto diffusa sia fra gli uomini sia fra le donne.

Si tratta di un filmino porno amatoriale girato in Argentina diversi anni fa e il problema potrebbe essere proprio questo. A detta della stessa Belen e dell'attuale fidanzato, Fabrizio Corona, all'epoca della registrazione Belen era minorenne.

Se questo fosse vero, ci troveremmo di fronte ad un’implicazione legale del reato di pedo-pornografia. In Italia la legge punisce sia la diffusione, sia la mera detenzione di materiale pornografico coinvolgente minori.

Attenzione, quindi: scaricare, commercializzare e acquistare il video potrebbe essere un serio rischio dal punto di vista legale. Il nostro attuale Codice Penale, al Capo III nella sezione I, prevede il seguente Art. 600-ter (Pornografia minorile):

1. Chiunque, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche è punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 25.822 a euro 258.228.

2. Alla stessa pena soggiace chi fa commercio del materiale pornografico di cui al primo comma.

3. Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui al primo e al secondo comma, con qualsiasi mezzo, anche per via telematica, distribuisce, divulga, diffonde o pubblicizza il materiale pornografico di cui al primo comma, ovvero distribuisce o divulga notizie o informazioni finalizzate all'adescamento o allo sfruttamento sessuale di minori degli anni diciotto, è punito con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da euro 2.582 a euro 51.645.

4. Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui ai commi primo, secondo e terzo, offre o cede ad altri, anche a titolo gratuito, il materiale pornografico di cui al primo comma, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 1.549 a euro 5.164.

5. Nei casi previsti dal terzo e dal quarto comma la pena è aumentata in misura non eccedente i due terzi ove il materiale sia d’ingente quantità.

Ovviamente, siamo ancora di fronte ad un’ipotesi investigativa, sta indagando la Procura di Milano che già nel maggio 2010 ha aperto un fascicolo per tentata estorsione, proprio riguardo a questo video. In ogni caso sarebbe meglio tenersi alla larga da certe situazioni, che qualora si dimostrassero vere, potrebbero provocare circostanze incresciose, specialmente per chi con molta superficialità e un po’ d’ingenuità si lascia coinvolgere.

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità