• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Attentato ad Ankara: bomba al corteo per la pace, 86 morti e oltre 180 (...)

Attentato ad Ankara: bomba al corteo per la pace, 86 morti e oltre 180 feriti - Video

Erdogan: «Attacco contro l'unità del Paese». Il leader filocurdo: «L'Akp ha mani sporche di sangue»

Sarebbero due le esplosioni che hanno colpito questa mattina Ankara provocando almeno 86 morti e più di 180 feriti.

L'attentato è avvenuto davanti alla stazione centrale della capitale turca mentre molti manifestanti si radunavano per partecipare alla marcia sindacale "Lavoro, pace e democrazia", un corteo per la pace contro il conflitto con il Pkk curdo. Le prime testimonianze parlano di scenario apocalittico con decine di feriti sparsi tra le bandiere e gli striscioni preparati per la manifestazione.

La polizia ha utilizzato fumogeni per disperdere alcuni manifestanti che dopo le esplosioni hanno preso d'assalto alcuni veicoli delle forze dell'ordine. 

Fonti del governo parlano di attentato kamikaze. Nel frattempo, il premier Ahmet Davutoglu ha convocato una riunione d'urgenza con i vertici istituzionali. 

Il Pkk curdo ha ordinato ai suoi miliziani di cessare le attività contro le forze di sicurezza turche, a meno che non siano attaccati. La decisione arriva tre mesi dopo la fine della tregua che durava da due anni, annunciata dal Pkk come risposta all’offensiva anti-terroristica avviata fine luglio dal presidente turco, la notizia arriva dall’agenzia di stampa Firat. 

 

Aggiornamento 14:54: Si parla di vera e propria strage ad Ankara, il numero di morti, ancora provvisorio e di 86, mentre quello di feriti sale a oltre 180

Aggiornamento 14:30: Sale a 52 il numero delle vittime, mentre i feriti sarebbero oltre 140 di cui molti gravi.

Aggiornamento 11:40. Ultimi bollettini delle agenzia di stampa parlano di 30 morti, per un tragico bilancio che sembra destinato a non fermarsi.

Il video dell'esplosione diffuso da Bugun Tv

(Foto twitter da gruppo attivisti turchi)

Per approfondimenti dall'archivio notizie:

 Turchia, la frammentazione della violenza 

Guerra all’Isis, gli alleati armati da Washington

Kurdi: colloqui di pace, misteri e focolai di guerriglia

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità