• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Europa > Strage di Nizza, cosa sappiamo. Almeno 84 morti, prolungato lo Stato di (...)

Strage di Nizza, cosa sappiamo. Almeno 84 morti, prolungato lo Stato di Emergenza e le operazioni militari in Siria e Iraq

Un camion si è lanciato sulla folla a Nizza la sera del 14 luglio, festa nazionale francese. Per ora le vittime sono circa 84 (e in aggiornamento). Il Presidente francese Hollande ha annunciato diverse misure: tra cui altri tre mesi di Stato di Emergenza e il rafforzamento delle operazioni militari del Paese in Siria e in Iraq. 

Un camion si è lanciato in velocità sulla folla riunita a Nizza giovedì 14 luglio, dopo le 22:30. L'attacco è avvenuto sulla centrale "Promenade des Anglais" dove le persone erano riunite per assistere ai fuochi di artificio del 14 luglio, la festa della Repubblica francese. 

ll conducente del camion, che non è ancora stato identificato e le cui motivazioni sono sconosciute, è stato ucciso dalla polizia dopo aver sparato alcuni colpi di pistola: nel veicolo sono state trovate armi e una granta, riporta Le Figaro. Voci della polizia parlano di documenti di un "franco-tunisino" ritrovati nel camion. 

Le voci su eventuali ostaggi sono state smentite. 

Il bilancio, ancora provissorio, delle vittime, è di "almeno 80 morti e 18 feriti" (fonte Le Monde, che cita le parole del primo ministro, Bernard Cazeneuve). 

Il Presidente della Repubblica francese, Hollande, ha parlato di "attacco, il cui carattere terroristico non può essere negato (...) Tutta la Francia è minacciata dal terrrorismo islamico". Per ora Hollande è il solo a parlare di "terrorismo islamico". 

 

La prima misura presa dal Presidente è stata il prolungamento dello Stato di Emergenza di altri tre mesi: la misura, straordinaria, avrebbe dovuto prendere fine il prossimo 26 luglio. 

Inoltre verrà rinforzata l'operazione "Sentinelle", la misura che in seguito agli attentati di Parigi permette di mobilizzare un numero di militari e gendermi superiore alla norma. Da 7mila si passa a 10mila. Questo sforzo verrà fatto in particolare alle frontiere. 

Inoltre, ha detto Hollande, "rinforzeremo le nostre operazioni in Siria e in Iraq, per colpire quelli che ci attaccano", senza però nominare l'Isis. 

Questa mattina si terrà a Parigi un consiglio di sicurezza ristretto del Governo francese. 

Qui la diretta info del quotidiano Le Monde

Le immagini arrivano sempre da Le Monde

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità