• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tribuna Libera > Anche Benito Mussolini voleva #labuonascuola

Anche Benito Mussolini voleva #labuonascuola

Il testo del Ddl Scuola continua a non piacere a nessuno, insegnanti in testa. E pensare che un tempo anche Mussolini voleva #labuonascuola.

Matteo Renzi è salito in "cattedra" e, con l'uso di una normalissima lavagna, ci ha voluti indottrinare sforzandosi di farci capire come intende far diventare "La buona Scuola".

Bene come al solito la prova orale, lui è un ottimo comunicatore: magari non dice nulla di importante, ma si fa ascoltare. Se l'è cavata peggio con lo scritto per via di qualche refuso di troppo. La prova, comunque sia, è andata a buon fine.

Il testo del Ddl Scuola, però, continua a non piacere a nessuno, insegnanti in testa. Quel che proprio non va giù, a insegnanti e sindacati, è il ruolo che ricoprirà il capo d'istituto del futuro che, abbandonando gli abiti del "preside", diventerà sempre più simile a un dirigente d'azienda. Il nuovo dirigente/preside potrà assumere insegnanti che abbiano caratteristiche "tecniche" coerenti alle competenze richieste dal suo punto di vista, attingendo i nominativi da un albo insegnanti che dovrà essere costituito. Sarà anche un valutatore dal giudizio insindacabile: per esempio giudicherà autonomamente il periodo di prova dei prof neo-assunti, etc.

A dire la verità, l'idea del super preside-dirigente-giudice non è di Matteo Renzi, bensì di un altro personaggio a cui, a quanto pare, Renzi ambisce di somigliare: Benito Mussolini.

Ed è forse proprio Benito Mussolini, il Duce fascista di tempi andati, ad aver ispirato il Presidente del Consiglio che, di fatto, ha "clonato" un vecchio testo di legge, fortemente voluto proprio dal Duce in epoca fascista. Anzi, piuttosto che una legge era un... "Regio Decreto".

Infatti, la Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia del 2 giugno 1923 n. 129 aveva pubblicato il Regio Decreto n. 1054 del 6 maggio 1923 dal titolo: "Ordinamento della istruzione media e dei convitti nazionali"

All'art. 27 si legge: "Le supplenze ai posti di ruolo e gli incarichi di insegnamento di qualunque specie sono conferiti dal preside che sceglierà tenendo conto... (leggi il resto qui sotto).

No comment e... buona scuola a tutti.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità