• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Renzusconi e il paradosso politico italiano

Di (---.---.---.213) 1 novembre 2014 19:27

RISCATTO >


La produzione e la domanda interna accomunate nella stessa spirale recessiva. Intere fasce di popolazione e milioni di famiglie “dimenticate” dall’agenda di governo.

STANDO alle previsioni di Renzi i “primi” segnali positivi si vedranno a partire dalla primavera del 2015. E dopo 22 MESI di suo governo il Pil risalirà di uno 0,2% sul 2013.

Mancheranno ancora 510 giorni ai fatidici 1000 calcolati per fare l’Italia “più competitiva”.


QUI sta la sostanza del “cambiare verso” al paese.

L’equità sociale è tutta negli 80 euro. La dignità del lavoro è fatta di contratti precari a rischio dequalificazione.


Intanto il PD sta smarrendo anima e identità.

Ogni passo del governo diventa una questione di fiducia. Una declinazione del mandato esecutivo come potere fine a se stesso.

Manca un solo tassello per coronare la cavalcata di Renzi: cambiare nome alla “ditta”.


Allora sarà la “minoranza” del PD a dover salvare e “riscattare” i valori di una storia ultradecennale.

Per puntare i piedi non serve aspettare che salga il “bollore” della piazza.

E’ risaputo. La Febbre del tribuno non conosce remore o limiti …


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.