Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

Monti, il governo dei conflitti d’interesse / Inchiesta

Di paolo (---.---.---.75) 23 novembre 2011 18:13

" Non vogliamo fare un processo a nessuno " Il processo cari signori lo state facendo eccome ,altro che !
A leggere l’articolo il goveno Monti è composto da soggetti tutti poco raccomandabili ed in evidenti conflitti di interesse . Poi si procede nel far coincidere l’indagato con il condannato , fermo restando che comunque sarebbe già un passo avanti rispetto al governo Berlusconi che quanto a conflitti di interesse rimarrà negli albi della storia d’Italia come un primato assoluto,con l’aggravante di un premier che si ritagliava leggi "ad personam" per evitare le condanne o per farle derubricare in prescrizioni per scadenza dei termini .

Adesso è del tutto evidente che Passera sia uno "con le mani in pasta " ,tanto per semplificare , ma almeno ha avuto la bontà di dimettersi da banchiere .Anna Maria Cancellieri "passata alla storia per avere negato infiltrazioni mafiose a Genova " , mamma mia !! e Francesco Profumo che " non raccolse il favore degli studenti ", cazzarola che cosa grave ! e via dicendo ..... Su Monti poi ne stanno venendo fuori di cotte e di crude ,soprattutto da gente al di sotto ogni sospetto :che è uomo della Commissione Trilaterale , della Goldman Sachs , della BCE , amico di tizio e di caio e via dicendo . Sarà mica che per un economista di riconosciuto valore ,cosi’ come per altri ministri neoeletti nei rispettivi comparti ,sia cosa del tutto normale l’aver maturato esperienze professionali ad alto livello ? Certo che il commercialista Tremonti e la caccola di economista Brunetta nessuno se li è filati anche se peraltro nel caso di Tremonti sta venendo fuori di tutto e di più’( con inquisiti ed indizi di reato veri e non supposti ).

Insomma che razza di tiro al piccione state facendo , non sarebbe meglio aspettare di vedere nei fatti chi sono questi signori ?. Non credo che dopo l’esperienza dei governi di Silvio Berlusconi possa andare peggio .
L’impressione ,e concludo , è che dietro a questo tentativo di delegittimazione ci sia qualcuno che non si rassegna al commissariamento della politica ,che grida al golpe della democrazia e via con baggianate del genere . Anche se non sei tu ,caro articolista , ad affermarlo però sei in perfetta sintonia con questi nostalgici cantori .


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox

Pubblicità


Pubblicità


Pubblicità