• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Referendum: vi spiego perché è una farsa (e chi pagherà)

Di (---.---.---.21) 8 giugno 2011 00:51

Affinché i servizi pubblici possano essere gestiti in una vera forma di concorrenza è necessario che i medesimi vengano trasferiti attraverso un autorizzazione e non una concessione. Così, per il trapsorto aereo o terrestre, lo Stato deve permettere a tutti coloro che lo vogliono e che si trovano nelle condizioni economiche e professionali per fornire un dato servizio di farlo. Una volta entrati nel mercato si faranno concorrenza tra loro e i cittadini decideranno a quale compagnia rivolgersi per ottenere quel servizio (come succede per le compagnie aeree che viaggiano a Londra, sono tante e si fanno concorrenza). Se si concede un monopolio ad un unico privato, come succede per la tratta via aerea tra Bologna-Olbia e viceversa che costa 175, 00, si finisce per favorire un pivato che specula sfruttando la sua posizione di monopolista. Naturalente questo discorso va escluso per i monopoli naturali che devono rimanere pubblici. Lo Stasto se vuole migliorare il servizio idrico faccia più controlli e preveda pene più severe per gli amministratori che lucrano o utilizzano come serbatoio di voti le aziende pubbliche.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.