• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile


Commento di Damiano Mazzotti

su Eventi, mostre e festival internazionali di gennaio


Vedi tutti i commenti di questo articolo

Damiano Mazzotti Damiano Mazzotti 3 gennaio 21:02

Analisi di Learco nei commenti finali: Mi sembra che tutte le ultime iniziative americane, dall’omicidio mirato di Suleimani e dei suoi collaboratori alle sanzioni contro le aziende del Nord Stream fino all’occupazione dei pozzi petroliferi siriani, rappresentino dei segnali di debolezza e di crisi della nazione dominante.
Il blocco eurasiatico si sta collegando da Lisbona a Vladivostok con gasdotti, ferrovie, strade, porti e gli Stati Uniti sono stati presi dal panico perchè l’unione tra Russia e Cina, fallita durante la Guerra Fredda, con le appendici turche e iraniane e la probabile futura connessione con Francia e Germania segnerà la fine del del potere incontrastato delle potenze marittime angloamericane.
Gli USA hanno perso il loro "appeal" visto che non esportano quasi più capitali, ma li importano per sostenere la loro economia basata ormai totalmente sulla finanza e quindi usano per esercitare il potere gli strumenti rimasti a loro disposizione: l’informatica per controllare il flusso di dati, i media per raccontare favole sulla loro importanza e armi per minacciare come bulli di periferia.
La lotta contro Teheran va vista in questo quadro; è solo il tentativo di destabilizzare uno dei tasselli fondamentali del sistema eurasiatico in formazione.


Vedi la discussione






Palmares