• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Recensioni > Venezia: Maurice Marinot, il vetro, 1911-1934

Venezia: Maurice Marinot, il vetro, 1911-1934

Le Stanze del Vetro all’Isola di S.Giorgio Maggiore ospita i capolavori del grande artista francese che ha posto le basi del vetro contemporaneo.

JPEG - 8.4 Kb

 

Quest’anno la Primavera a Le Stanze del Vetro parla francese grazie alla presenza dei 220 pezzi unici e ai 115 disegni tra schizzi e progetti per allestimenti di Maurice Marinot (1882-1960), artista che grazie alla sua personale sperimentazione su forma e tecnica ha realizzato un’autentica rivoluzione nella produzione contemporanea del vetro.

 

 

JPEG - 7.6 Kb

Dopo una formazione parigina all’Ecole des Beaux-Arts la sua carriera prende avvio come pittore Fauve esponendo sovente col gruppo, ma la massima espressione della sua arte si realizza a partire dal 1911 quando si avvicina quasi casualmente al vetro nella vetreria industriale di alcuni amici di Bar-Sur-Sein, nella regione dell’Aube, decorando i primi vetri a smalto.

Prende parte al Salon del 1912 e dall’anno seguente inizia ad essere rappresentato dalla prestigiosa Galleria Hébrard.

 

 

JPEG - 7.5 Kb

A partire dal 1922-23, soffia egli stesso realizzando quasi un corpo-a-corpo con la materia che plasma creando pezzi unici con straordinaria abilità e inesauribile capacità inventiva, connotati da una forte sensualità tattile.

Questi vetri sono piccole “bombe di energia” che sprigiona dalla massa, in un’estetica totalmente divergente da quella dei vetri di Murano che puntano sulla leggerezza della materia.

 

 

JPEG - 6.8 Kb
I curatori della mostra
Jean-Luc Olivié e Cristina Beltrami

La mostra, affascinante per i pezzi esposti ed elegantissima nell’allestimento di Eric Benqué, è a cura di Jean-Luc Olivié e Cristina Beltrami, ed organizzata da Le Stanze del Vetro in collaborazione con il Museo di Arti Decorative di Parigi (MAD).

Il catalogo, pubblicato da Skira, presenta i contributi di Pasquale Gagliardi, Olivier Gabet, Jean-Luc Olivié, Cristina Beltrami, Véronique Ayroles, Rossella Froissart, Jared Goss, Maurice Marinot e documenta l’intera produzione del maestro vetraio.

L’esposizione è aperta al pubblico sull’Isola di S.Giorgio Maggiore dal 25 marzo al 28 luglio 2019

Orari 10-19, chiuso il mercoledì - Ingresso libero

www.lestanzedelvetro.org

Marina Bontempelli

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità