• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Recensioni > "Tutti dicono che sono un bastardo" di Roberto Alfatti Appetiti

"Tutti dicono che sono un bastardo" di Roberto Alfatti Appetiti

La vita di Charles Bukowski! Basterebbe questo a rendere interessante un libro. Se poi la suddetta vita è raccontata con lo stile e la pulizia di Roberto Alfatti Appetiti ecco che il libro in questione diventa qualcosa di assolutamente interessante, decisamente coinvolgente nella lettura.

Tutti dicono che sono un bastardo è esattamente questo. Una biografia di Bukowski raccontata attraverso la passione di chi lo ama e utilizzando continue citazioni dei suoi libri, delle sue poesie, delle sue (poche) interviste. Tutto il materiale autobiografico dei lavori di Bukowski e del suo alter ego letterario Chinaski torna utile per questo volume e per imparare a conoscerlo meglio.

Alfatti Appetiti però decide anche di prendere una strada precisa. Non un racconto cronologico, anche se la cronologia della vita dello scrittore è decisamente rispettata, ma una narrazione per temi.

Così passiamo dalla sua giovinezza, con il trasferimento dalla Germania agli Stati Uniti, al viaggio attraverso l’America, che non è un viaggio voluto, cercato per motivi culturali ma necessario alla sopravvivenza, ai lavori, i mille lavori di Bukowski.

E poi naturalmente i rapporti con le donne, la sua difficoltà nel rapportarsi con la società, lo scontro con il mondo beat di cui è anomalo rappresentante (o forse no?). E ancora la sua strillata vicinanza al nazismo, troppo strillata per essere vera e poi più volte smentita (o meglio, tacciata di essere una scelta solo provocatoria).

E finalmente, dopo anni di difficoltà, di scelte difficili e discutibili, il successo arrivato prima in Europa e poi in patria.

Insomma c’è tutto, una panoramica attenta sui temi di quello che è forse l’autore più controverso e contestato del ’900… ma tanto a lui non è che gliene fregava molto di essere contestato… anzi mi sa proprio che ci sguazzava!

Se conoscete bene il vecchio Hank è questo un libro per ritrovarlo, riscoprirlo, capirlo meglio. Se lo conoscete poco è l’occasione buona per scoprire chi era e in che modo ha cambiato la letteratura mondiale.

 

Trovate questo libro su Ibs

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità