• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Media > Turchia e libertà di informazione: oltre 120 giornalisti imprigionati. (...)

Turchia e libertà di informazione: oltre 120 giornalisti imprigionati. L’appello

La Turchia del presidente Recep Tayyip Erdogan (nella foto) vanta un record mondiale assai poco glorioso: è il paese col maggior numero di giornalisti imprigionati: oltre 120. Alcuni sono in prigione da mesi, nella maggioranza dei casi in attesa del processo.

La repressione seguita al tentato colpo di stato del luglio 2016 è stata feroce e ha preso di mira giornalisti della carta stampata, della radio, della televisione e di testate online. Sono state anche chiuse oltre 160 agenzie di informazione. La proprietà di testate critiche nei confronti del governo è cambiata assumendo una linea editoriale più compiacente nei confronti del governo. Si ricorre sempre più spesso all’auto-censura: gli editorialisti e i talk show più popolari si limitano a esprimere solo velate critiche per evitare gli arresti.

Il messaggio è chiaro e inquietante: in Turchia lo spazio per esprimere il dissenso è sempre più limitato e chi lo valica può pagare un prezzo molto alto.

L’erosione della libertà di stampa non è una cosa nuova in Turchia. Nel 2013, durante le grandi manifestazioni di Gezi Park, un importante canale trasmise un documentario sui pinguini anziché un servizio giornalistico.

Ma ora siamo di fronte a qualcosa di assai più grave.

Per questo, Amnesty International ha lanciato un appello globale per chiedere alla Turchia il rispetto della libertà d’informazione.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità