• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Media > Tiziana Cantone, censure sociali (e diritto all’oblio)

Tiziana Cantone, censure sociali (e diritto all’oblio)

Mi ha fatto pensare la storia della ragazza di Napoli, Tiziana Cantone, suicidatasi dopo la gogna subita per un video finito in rete e sui social. Un video che doveva rimanere privato.


Mi ha fatto pensare perché il suo avvocato aveva scritto a Facebook, chiedendone la rimozione, evidentemente invano. Qui il diritto all'oblio c'entra poco: si tratta di immagini private, fatte girare senza consenso.

Mi fa pensare, perché Facebook giorni fa aveva censurato la celebre foto della bambina vietnamita, ustionata dal napalm.

Ci sono cose che faccio fatica a capire.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità