Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > La Francia ha rinviato la TAV Torino-Lione di decenni. Lo sapevi?

La Francia ha rinviato la TAV Torino-Lione di decenni. Lo sapevi?

La Gazzetta Ufficiale francese ha pubblicato un decreto che dichiara di pubblica utilità la TAV Torino-Lione ma la rinvia nel tempo di almeno una generazione (solo per gli espropri necessari viene concesso un tempo di 15 anni prima dei quali non si apriranno i cantieri) fino a far parlare di un sostanziale congelamento dell’unica grande opera che in Italia viene rappresentata come prioritaria.

SNAIDERO_NoTAV

Già a luglio, come segnalava Gad Lerner, nei rapporti della Commissione Trasporti del parlamento francese si specificava che di tale opera non si parlerà prima del 2030 sia per la bassa priorità dell’opera stessa, sia per le difficoltà economiche che impongono scelte e rinvii. In Francia, non in Italia.

Secondo la Commissione, anche a livello di saturazione di linee, la TAV non sarà davvero necessaria prima del 2040. Qui attuali le generazioni si fanno un paio di conti e molti dei protagonisti della vicenda saranno passati a miglior vita uccisi da una solerzia che non è detto che le generazioni future apprezzeranno.

Con i francesi che in buona sostanza considerano più urgente e utile un piano per sbarcare sul pianeta Marte che far la TAV da Lione a Torino, resta quindi solo l’indefettibile volontà del Partito Democratico italiano nel pensare che quella ferrovia e gli aerei da guerra F35 siano le priorità del nostro paese.

Resta un dubbio: ma una stampa seria perché continua a coprire il gioco degli interessi di chi vuole la TAV anche solo nel tratto italiano? Non dovrebbe aprire un dibattito equilibrato tra due diverse (ed entrambe legittime) visioni di mondo?

Non dovrebbe spiegare che i celerini schierati a difesa dei cantieri proteggono un treno che (a torto o a ragione) è già su un binario morto?

 

Qui il pezzo de Le Monde

Questo articolo è stato pubblicato qui

loading...

I commenti più votati

  • Di (---.---.---.167) 7 settembre 2013 19:47

    Carissmi. da parte mia lo sapevo già da un pezzo ed avevo invitato a far girare la voce in Italia, ma vedo che troppi se ne sono sbattuti. In Francia invece non se ne sbattono della salute pubblica!!! COme ha detto l’amico sopra, qui siamo agli antipodi della legalità e del rispetto della Costituzione. Ma se a breve iniziassero le rivolte, quanti parteciperebbero in nome della democrazia, QUELLA VERA?

Commenti all'articolo

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità