• venerdì 25 aprile 2014
  • Agoravox France Agoravox Italia Agoravox TV Naturavox
  • Fai di AgoraVox la tua homepage
  • Contatti
AgoraVox Italia
  Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Presentato il Napoli Teatro Festival Italia: tra gli ospiti Peter Brooke e (...)
di Lucio Carbonelli (sito) venerdì 25 maggio 2012 - 1 commento oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(0 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Presentato il Napoli Teatro Festival Italia: tra gli ospiti Peter Brooke e Bob Wilson

Dopo un doppio rinvio causa instabili condizioni meteorologiche, nella splendida cornice del Parco Archeologico Pausilypon a cui si accede tramite la grotta di Seiano, si è tenuta finalmente la conferenza stampa di presentazione del Napoli Teatro Festival.

In seguito a un piccolo rinfresco, il direttore artistico Luca De Fusco ha preso la parola per illustrare piuttosto dettagliatamente il festival. Un festival che sarà diviso in due “momenti”, uno a giugno e un altro a settembre; ci saranno poi quattro focus drammaturgici: grandi maestri, scena argentina, danza israeliana, teatro italiano e napoletano.
 
 
Vari registi napoletani presenti sono intervenuti per parlare brevemente del proprio spettacolo, ecco così sfilare le voci di Enzo Moscato, Laura Angiulli, Cristina Donadio, Vincenzo Borrelli, Antonella Monetti, Roberto Azzurro. Lo stesso De Fusco si è soffermato sulla nuova scena argentina, nell’attitudine molto simile a quella napoletana, e sulla danza israeliana (sarà proprio una cantante israeliana a inaugurare il festival, Noah), mescolanza di stili arabi ed est-europei. Per quanto riguarda i grandi maestri, bastano i nomi: Peter Brook, Bob Wilson.
 
Anche quest’anno ci saranno poi gli spettacoli più avanguardistici e sperimentali del Fringe Festival; e luoghi “altri” – come Nisida, il suddetto parco Pausilypon e gli ospedali cittadini – verranno riscoperti e reinventati attraverso il teatro.
 
La conferenza si è conclusa quindi con una performance di danza, dove ragazzi e ragazze hanno invitato i convenuti a ballare e ad ascoltare la loro musica, traducendo le parole delle canzoni, evocando infine quella stessa leggerezza calviniana che sembra essere la direttrice guida di questa edizione. 
 
Foto di Lucio Carbonelli ed Elisabetta Giri


di Lucio Carbonelli (sito) venerdì 25 maggio 2012 - 1 commento oknotizie
0%
Articolo interessante?
 
100%
(0 Voti) Votate quest'articolo
  • Fare una donazione
  • Stampa
  • Lasciare un commento
  • Marquer et partager

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione : questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell’articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista… Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l’articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere :

  • I nuovi iscritti
  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L’autore dell’aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.

Pubblicità

Pubblicità

Sondaggio

Dal palco del V-Day Beppe Grillo ha proposto di indire un referendum per uscire dall’Euro. Secondo voi


Vota

Palmares

Pubblicità


  • Groupe Agoravox sur Facebook
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox sur Twitter
  • Agoravox Mobile

AgoraVox utilizza software libero: SPIP, Apache, Debian, PHP, Mysql, FckEditor.


Sito ottimizzato per Firefox.


Avvertenza Legale Carte di moderazione