• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Politica > Perché non brindo alla decadenza di Silvio Berlusconi

Perché non brindo alla decadenza di Silvio Berlusconi

 

No, non mi cambia la vita la decadenza del satrapo lombardo. Non brindo, non rido, non festeggio. Ha rubato i miei venti e i miei trent’anni e vorreste che vi dicessimo bravi, voi burocratini del Partito democratico col sedere al caldo.

Ha smantellato pezzo per pezzo la nostra democrazia, ha corrotto persone e costumi, manipolato coscienze. Ha comprato corpi e portato in alto i peggiori, spacciandolo per merito.

No, non sono contento e non vi dico bravi per aver fatto il minimo sindacale. Decade oggi ma non è mai stato eleggibile. Vent’anni ci sono voluti. Non dovevate farcelo entrare in Parlamento, quindi non sono contento che oggi ne esca. Era ineleggibile e non vi siete opposti. C’era un enorme conflitto d’interesse e avete trattato.

Ci avete mangiato la crostata insieme e ancora dovete spiegare perché. Gli avete lasciato fare la grande porcata perché conveniva anche a voi autonominarvi invece che farvi eleggere. L’avete usato come foglia di fico per non dire mai, neanche per sbaglio, cose di sinistra. Ci avete fatto un governo insieme.

Vorreste che vi dicessimo bravi per avergli lasciato ridurre in macerie la nostra democrazia e il nostro paese. Costernato e rabbioso, non brindo, vorrei solo scompariste anche voi, complici di regime. Simul stabunt simul cadent. Ma non succederà.

 

Foto: Wikimedia

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

  • Di (---.---.---.192) 28 novembre 2013 14:01

    Onore a chi ragiona con la propria testa (senza faziosità). Bravo Gennaro.

  • Di (---.---.---.252) 28 novembre 2013 23:09

    RAGIONARE CON LA PROPRIA TESTA NON SEMPRE E’ CONSIGLIABILE, DIPENDE MOLTO DALLA TESTA. QUANDO INVECE SI RAGIONA CON I FATTI NON SI PUO’ SBAGLIARE.

    GLI ULTIMI DUE ANNI DI GOVERNO SONO STATI FIRMATI DALLA SINISTRA CHE HA SINISTRATO IL PAESE. QUESTO E’ UN FATTO CHE NESSUNO PUO’ CONFUTARE.
    PER TUTTO IL COSIDDETTO VENTENNIO BERLUSCONIANO ABBIAMO AVUTO OTTO GOVERNI, SEI DI SINISTRA E DUE DI BERLUSCONI. ANCHE QUESTO E’ UN FATTO INCONFUTABILE.
    OGGI FA FREDDO.NATURALMENTE E’ COLPA DI BERLUSCONI.
    QUANDO SILVIO BERLUSCONI SI SARA’ STANCATO DI FARE IL CAPRO ESPIATORIO CON CHI LO SOSTITUIRETE?
    CESARE ZACCARIA
  • Di (---.---.---.159) 28 novembre 2013 23:47

    Caro Gennaro, mi va bene quasi tutto, ma sorgono spontanee due domande:
    1) Anche se è vero che la cosidetta sinistra tenterà di attribuirsi tutto il merito (fanno sempre così, è nella loro natura di vigliacchi e profittatori), perchè aiutarli nell’operazione? Prova ad immaginare come sarebbero andate le cose se non ci fosse stata una forza politica davvero libera dai compromessi e capace di fare un’opposizione senza mirare alle poltrone (e puoi immaginare a chi mi riferisco).
    2) Viste le cose alla luce della considerazione precedente, perchè non dovremmo essere contenti e finalmente cessare di occuparci tutti i giorni di questo signore?
    In realtà, comunque sia successo, chiunque ne sia stato l’autore, ieri è stato un buon giorno ed ha aperto uno spiraglio di fiducia nel futuro, cosa che non mi accadeva davvero da tanto tempo.
    A chi urla di capri espiatori, dico che finalmente si potrà cominciare a fare politica, quella vera, senza alibi e senza sacrifici votivi: egli stesso potrebbe magari cominciare a darsi da fare. Meglio che urlare la propria rabbia al vento. (ma rabbia de che, poi? boh).

  • Di (---.---.---.70) 29 novembre 2013 18:46

    A prescindere >

    Per non subire l’onda mediatica serve esaminare i fatti tralasciando il nome dei protagonisti.

    Primo. Il Senato è stato chiamato ad esprimersi sulla “compatibilità” o meno con il ruolo di “rappresentante” della nazione di un soggetto condannato penalmente in via definitiva. Questo in base al dettato della Legge Severino varata col favore del 75% dell’Aula. Una Legge che ha come “presupposto” la condanna penale in quanto tale.
    Non può essere “ancorata” al principio di “irretroattività” della pena perché perderebbe efficacia. Se così fosse, visti i tempi della nostra giustizia, per diversi anni a venire potrebbero far parte del Parlamento soggetti condannati, dopo il dicembre del 2012, per uno o più gravi reati penali commessi prima di tale data.

    Secondo. Scopo di detta Legge è di concorrere ad evitare che il Parlamento sia “composto” da soggetti non in possesso dei requisiti (“onorabilità” in primis) che qualificano le cariche elettive. Da qui la “immediatezza” delle procedure applicative e la previsione di un “divieto” non inferiore alla normale durata di una legislatura.
    Qui sta la ragion d’essere di tale Legge.

    E questi sono i temi su cui porre l’attenzione e riflettere.
    Appendice. Certa “personalizzazione” dei fatti mira a proiettare Riflessi e Riflessioni calibrate su quanti sono sensibili alla fascinazione

  • Di (---.---.---.107) 1 dicembre 2013 11:30

    Ti sbagli, ci vorrà un po’ di tempo ma se ne andranno anche Massimo e compagni, ci penserà Renzi a emarginarli fondando un vero partito democratico al posto del partito pseudo socialdemocratico di adesso.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares