• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Sport > Lode a Xavi. L’ex cervello del Barça lascia il calcio da re del (...)

Lode a Xavi. L’ex cervello del Barça lascia il calcio da re del Qatar

L'ex regista del Barcellona lascia il calcio professionistico. Con gli azulgrana potrebbe presto aprire un nuovo ciclo da allenatore.

L’ex capitano del Barcellona e regista spagnolo Xavi Hernandez, ha annunciato oggi il suo ritiro dal calcio professionistico. Il trentanovenne di Terrassa, in catalogna, ha condotto la sua ultima squadra di club l’Al-Sadd, alla vittoria del suo primo campionato qatariota da sette anni a questa parte.

In questa ultima esperienza il centrocampista spagnolo, uno dei giocatori più forti della storia del calcio, ha giocato appena 14 partite, segnando due reti e fornendo due assist in campionato. 

Poca roba rispetto al ricco “palmares” con gli azulgrana: ben 25 titoli. Dopo aver vinto otto campionati spagnoli, ben quattro Champions League e tre Coppe del Re con il Barcellona, sei Supercoppe, due Supercoppe europee e due mondiali per club. Negli ultimi quattro stagioni Xavi ha giocato per l’Al-Sadd. Si ritirerà dopo la finale della Coppa dell’Emiro e dopo aver disputato le ultime partite nella Champions League asiatica.

Vincere la Liga del Qatar, l’unico titolo che mi mancava quiha scritto Xavi rappresenta il finale perfetto alla mia carriera di calciatore. Come calciatore, non ti stanchi mai di vincere. Ora mi piacerebbe chiudere la stagione vincendo la Coppa dell’Emiro, però sono già curioso di vedere cosa mi prepara il mio futuro in panchina. La mia filosofia come allenatore riflette lo stile che abbiamo sviluppato per tanti anni alla Masia sotto l’influenza di Johann Cruijff, e che tiene la sua rappresentazione più alta nello stile di gioco del Barcellona. Adoro vedere le squadre prendere l’iniziativa sul terreno di gioco, il calcio d’attacco, recuperare l’essenza del calcio che tutti noi amiamo dai tempi della nostra infanzia: il gioco di possessione. Ciò che ho ottenuto negli ultimi decenni è stato un privilegio e penso che sia mio dovere provare a restituire qualcosa attraverso il calcio, se sarò in grado”.

Chissà se riuscirà ad imprimere la sua stessa classe dalla panchina azulgrana. Secondo gli esperti, l’ex stella della Masia potrebbe presto aprire un nuovo ciclo di vittorie da allenatore del club catalano.

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità