Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Tempo Libero > Sport > "L’ascensione di Roberto Baggio" di Matteo Salimbeni e Vanni (...)

"L’ascensione di Roberto Baggio" di Matteo Salimbeni e Vanni Santoni

Baggio è qualcosa di irraggiungibile, lo sappiamo. Baggio è una molecola amabile. Baggio è un attimo trascendentale lo supponevamo e il libro di Matteo Salimbeni e Vanni Santoni, “L’Ascensione di Roberto Baggio” (Mattioli 1885), riesce a chiarircelo una volta per tutte.

L’Ascensione del titolo è un processo rapidissimo. Il Baggio che entra nel tempio della serie A e distrugge San Paolo e San Siro (perfettamente in tema) tra l’ultima di campionato del 1986-87 e la seconda del 1987-88 crea una crepa dove il tempo si ferma e le partite iniziano a contare per la loro bellezza, non tanto per quello che valgono.

In questo senso Baggio è pienamente un santo laico perché capace di mostrare con i piedi più di quello che la gente gli chiedeva. Ma l’ascensione non è un percorso piano, da fare in scioltezza. Il passaggio alla Juve crea i nemici. Baggio non è più puro. Anni di magie e goal, persi dietro a titoli e vittorie che non piacevano. E poi USA ’94, dove all’ '88 di Italia-Nigeria arriva la chiamata: vai figlio mio e compi il miracolo. Baggio esegue e urla per il campo. Da lì in poi cambia tutto. Chi lo rinnega (Capello, Ancellotti) è un ortodosso cattivo.

Chi lo sopporta (Lippi, Maldini, Ulivieri) è un Ponzio Pilato rasato di fresco. Chi lo ama (Mazzone su tutti) è mosso da uno spirito. Cosa è stato Baggio? Uno che si aspettava ogni domenica. Oggi con chi succede?

Questo articolo è stato pubblicato qui


Ti potrebbero interessare anche

La femminilità secondo Roger Fratter
She di Avi Nesher
L'ultimo boy scout
È morto François Cavanna, lo scrittore francese più italiano di sempre
Himalaya: il sovraffolamento sull'Everest e la rivolta degli sherpa


Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità