• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Società > Il costo umano della pirateria

Il costo umano della pirateria

“Il costo umano della pirateria somala”, studio presentato il 6 giugno 2011 alla Chatham House di Londra. I risultati dello studio indicano che nel corso del 2010:

• 4.185 marittimi sono stati attaccati con armi da fuoco e granate a razzo.

• 342 marinai si sono salvati nascondendosi nelle cittadelle (camere di sicurezza rinforzate).

• 1.090 marittimi sono stati presi in ostaggio.

• 516 marittimi sono stati usati come scudi umani.

• Ben 488 marittimi sono stati sottoposti ad abusi o torture.

L’esperienza della “cittadella” è anch’essa un'esperienza pericolosa e traumatica, in cui l’equipaggio attende per ore o giorni l’arrivo dei soccorsi, mentre i pirati tentano di forzare violentemente l’ostacolo nell’intento di raggiungere l’equipaggio.

La pirateria continua a cambiare in peggio.  

Un filmato di alcuni anni fa sulla pirateria somala:

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares