Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS

 Home page > Attualità > Europa > Francois Hollande verso la vittoria

Francois Hollande verso la vittoria

Hollande-Sarkozy sfida di piazze. Il candidato socialista favorito: «Nessuno ci fermerà». Sarkozy: «Non abbiate paura, non vinceranno!»

I due sfidanti per l’Eliseo, Nicolas Sarkozy e Francois Hollande, hanno acceso i centomila presenti nei rispettivi raduni in una spettacolare sfida ad una settimana dal voto.

E’ Hollande attualmente in testa nelle intenzioni di voto per le presidenziali francesi, e la preoccupazione di Sarkozy è talmente palese che il presidente a Place de la Concorde ha imbeccato i suoi con una richiesta d’aiuto: «Dite quello che avete nel cuore, dite quello che desiderate per il vostro paese, gridatelo adesso, ascoltate il mio appello, francesi, aiutatemi». «Non abbiate paura, non vinceranno! – continua Sarkò - È l’italiano Malaparte che ha parlato meglio di tutti di questo luogo in cui da due secoli cominciano e finiscono tutte le nostre tragedie nazionali. Place de la Concorde è un’idea: non è una piazza, è un modo di pensare. Tutto quello che è davvero francese si misura qui». Per l’Eurozona – tema finora intoccabile per Sarkozy – il presidente in carica ha decisamente cambiato idea: «Sul ruolo della Banca centrale europea nel sostegno alla crescita apriremo il dibattito e faremo avanzare l’Europa».

La prova di forza è immediatamente accettata da Francois Hollande, il quale, da Chateau de Vincennes, non si è tirato indietro: «Sono pronto a vincere. Questa maggioranza – ha ribadito il candidato socialista – non sarà silenziosa, sarà audace, sarà la grande, la bella maggioranza del cambiamento». E continua: «La vittoria è con voi tutti, fin da domenica prossima. Vi chiedo di darmi il 22 aprile la forza di condurvi alla vittoria il 6 maggio. Abbiamo aspettato troppo tempo: dieci anni all’opposizione. Abbiamo il dovere di vincere». Hollande conclude parafrasando Sarkozy chiedendo di aiutare la Francia non lui: «Oggi non vi chiedo di aiutarmi, vi chiedo di aiutare la Francia».

Per il socialista «essere presidente della Repubblica significa riunire la nazione intorno a una causa. Questa causa l’ho chiamata il sogno francese». Hollande ha quindi elencato i temi principali della sua campagna: lotta agli eccessi della finanza, riforma fiscale con aliquota al 75% per i redditi superiori a un milione di euro, nuovi posti di lavoro nella pubblica amministrazione, nozze e adozione per le coppie gay. Per l’Europa invece ha insistito sulla necessità di inserire le dimensioni della crescita nel Trattato di bilancio Ue, mentre Sarkozy poco prima aveva invocato il sostegno della Bce per lo stesso obiettivo.

Assieme al candidato della sinistra sul palco di Vincennes c’erano la compagna giornalista Valerie Trerweiler, l’attrice e cantante Jane Birkin, tanti esponenti del partito socialista tra cui l’ex sfidante di Sarkozy nel 2007 Segolene Royal, e il sindaco di Parigi Bertrand Delanoe che è intervenuto prima di lui.

Questo articolo è stato pubblicato qui

Commenti all'articolo

Lasciare un commento


Sostieni AgoraVox

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

Un codice colorato permette di riconoscere:

  • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
  • L'autore dell'aritcolo

Se notate un bug non esitate a contattarci.



Pubblicità




Pubblicità



Palmares


Pubblicità