• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Istruzione > Buone notizie: scambi culturali e Regione Campania

Buone notizie: scambi culturali e Regione Campania

Un valido esempio di azienda no profit che funziona e che aiuta i giovani a crescere.
Parlando di temi importanti quali l’integrazione, la cultura e la tolleranza, a Napoli lavora Afs/Intercultura Napoli, centro locale dell’associazione no profit “Intercultura” che a livello nazionale e internazionale si occupa di scambi culturali con l’estero per gli studenti degli istituti superiori. I ragazzi che partecipano ai programmi di scambio vivranno per un anno o per sei mesi in un determinato paese (si possono esprimere delle preferenze per le destinazioni), ospitati da una famiglia del luogo opportunamente scelta da Intercultura, frequentando la scuola del posto. Al ritorno i giovani, forti dell’esperienza maturata, guarderanno la realtà con occhi diversi e verranno immessi di nuovo nel circuito scolastico senza perdere il periodo di studio vissuto fuori.
 
Per chi è interessato a partire, in particolare per coloro che non hanno tante disponibilità finanziarie, l’appuntamento da non perdere è quello delle selezioni che si terranno giovedì 27 novembre 2008 alle 15.00 presso la sala Armieri in via Nuova Marina 19/c, per l’assegnazione delle 29 borse di studio (5 semestrali e 24 annuali) offerte dalla Regione Campania, che per questa iniziativa ha stanziato circa 300.000 euro. I ragazzi che vogliono partecipare dovranno però essere nati tra l’ 1febbraio 1991 e il 31 agosto 1994 (mentre per il semestre all’estero la data di nascita massima è il 31 luglio), frequentare il terzo anno di superiori e risiedere in Campania. Le iscrizioni devono pervenire entro il 20 novembre 2008 al sito www.intercultura.it, in cui si trovano tutte le informazioni anche sull’associazione e le testimonianze dei giovani che hanno già vissuto questa particolarissima esperienza. In ogni caso, Intercultura seguirà il percorso di ciascun ragazzo con grande serietà, dalla partenza al rientro e nel periodo in cui gli studenti vivranno all’estero, saranno costantemente supportati da un centro locale di Intercultura che si troverà nel paese di destinazione.
 
In riguardo alle selezioni, queste consisteranno in un test di idoneità e un colloquio individuale per valutare la capacità dei candidati di vivere serenamente questa opportunità. Le destinazioni e i risultati saranno resi noti entro marzo 2009 mentre le partenze dei giovani avverranno in estate.
 

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.








    Palmares