Fermer

  • AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Tempo Libero > Musica e Spettacoli > Attila di Giuseppe Verdi al Teatro la Fenice di Venezia

Attila di Giuseppe Verdi al Teatro la Fenice di Venezia

Una nuova rivisitazione dell’Attila di Verdi che offre anche l’occasione ai veneziani per riflettere sulle origini e la storia della città lagunare e sul suo delicato rapporto con l’acqua.

In coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna e il Teatro Massimo di Palermo, la Fondazione Teatro La Fenice presenta in questi giorni il secondo titolo della Stagione: Attila di Giuseppe Verdi che esordì proprio nel Teatro veneziano il 17 marzo 1846. Il nuovo allestimento porta la firma per la regia di Daniele Abbado, per le scene e le luci di Gianni Carluccio che, insieme a Daniela Cernigliaro, ha disegnato anche i costumi, e per i movimenti coreografici di Simona Bucci. Alla testa dell’Orchestra e del Coro del Teatro il maestro Riccardo Frizza. Dramma lirico in un prologo e tre atti, su libretto di Temistocle Solera e Francesco Maria Piave tratto dalla tragedia Attila, König der Hunnen (Attila, re degli Unni, 1808) del poeta tedesco Zacharias Werner, Attila entrò ben presto in repertorio, in quanto emblema della cosiddetta ‘opera patriottica’. «Ci troviamo di fronte a un’opera – spiega il regista Daniele Abbado – che negli anni Quaranta, quando fu eseguita a Venezia e subito dopo in tutta Italia, assunse grande valore simbolico rispetto al tema della riunificazione e dell’unità nazionale. Ma a ben guardare Attila teorizza, in un certo senso, la negazione di questi concetti patriottici. Un po’ come dire che l’unità nazionale viene messa in mano a figure discutibili e controverse». Dal punto di vista musicale, «a differenza di molti – commenta il direttore Riccardo Frizza – penso che quest’opera non rappresenti solamente una fase di transizione del percorso compositivo di Verdi. L’aspetto marziale e il linguaggio musicale sono sì tipici del Verdi giovane; ci sono tuttavia soluzioni inedite e scelte drammaturgiche che guardano al passato. Il mio approccio sottolinea queste novità musicali per metterne in evidenza il loro valore e le loro peculiarità estetiche». Nella compagnia di canto figurano il basso Roberto Tagliavini nel ruolo del protagonista Attila, il baritono Julian Kim in quello del generale romano Ezio, il soprano Vittoria Yeo incarnerà Odabella mentre il tenore Stefan Pop sarà Foresto. Completano il cast il tenore Antonello Ceron nelle vesti di Uldino e il basso Mattia Denti in quello di Leone. Attila – proposto con sopratitoli in italiano e in inglese – sarà in scena venerdì 9 dicembre 2016 ore 19.00 (turno A), domenica 11 dicembre 2016 ore 15.30 (turno B), martedì 13 dicembre 2016 ore 19.00 (turno D), giovedì 15 dicembre 2016 ore 19.00 (turno E) e sabato 17 dicembre 2016 ore 15.30 (turno C).

loading...

Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.



    Pubblicità




    Pubblicità



    Palmares

    Pubblicità