• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Il rispetto di una dignità femminile violata

Di Antonello Laiso (---.---.---.62) 21 aprile 19:26

Caro Paolo, Quello di Grillo è un autogol notevole,tali situazioni al completo accertamento dei fatti capitano e possono capitare ma il tentativo fiacco ed aggressivo di difesa del figlio non ha fatto altro che sollevare quel polverone anche in quel partito di cui è ll fondatore,e nel mondo tutto della politica , l’imbarazzo è notevole. La ragazza è stata offesa adducendo che ella era consenziente ne consegue un ipotetico falso allora? con eventuali prove urlate da portare che odorano di bluff psicologico così dicendo si tende ad intimorire,si vittimizza chi è stata vittima fino a prova contraria, e si assolve un presunto colpevole , ma questo non lo può fare un padre ed in particolar modo un padre a così alta esposizione mediatica che usa i media,il suo potere per assolvere o condannare, questo ,ben sappiamo quale siano le uniche persone preposte a farlo. Per quanto riguarda i tempi della denuncia vi sono termini di legge ben precisi per tali fatti che non pregiudicano ne mettono in dubbio la bontà del fatto stesso,perché vogliamo criticare il codice penale o di procedura penale?


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox