• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Pianura detta Chianura e i giovanissimi

Di Doriana Goracci (---.---.---.7) 17 febbraio 12:37
Doriana Goracci

Leggo e riporto una notizia che veniva sempre da Pianura, ma era ottobre del 2014:

"A Napoli, nel quartiere Pianura, un ragazzino di 14 anni è stato violentato da tre giovani di 24 anni all’interno di un autolavaggio, utilizzando un compressore per il gonfiaggio degli pneumatici, provocando serissimi danni all’intestino, tanto che è ricoverato all’ospedale San Paolo in pericolo di vita. Il 14enne è stato preso di mira perché sovrappeso, e i tre ci hanno messo poco a passare dagli insulti alla violenza: uno di questi lo ha immobilizzato e gli ha abbassato i pantaloni, per poi fargli violenza causando lacerazioni e perforazioni all’organo. Costui è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio, gli altri due, che non hanno partecipato alla violenza (ma nemmeno impedita) sono stati denunciati"

Ottobre 2020: "Rissa a Pianura, 19enne accoltellato vicino al cuore: il video.Il video è stato inviato da un residente del quartiere al consigliere Francesco Emilio Borrelli, che lo ha postato sulla sua pagina Facebook.

“Signor Borrelli, buonasera, questa purtroppo è una delle scene agghiaccianti che ogni giorno si ripetono nella nostra città. Questo che vede a terra è il ragazzo di 19 anni accoltellato a Pianura pochi giorni fa. Tutto questo accadeva sotto gli occhi di bambini, e gente per bene.Lo so, le immagini sono forti, ma il malessere di questa città va mostrato per quello che è e io la ammiro perché so che la pensa così. So che è estremamente impegnato, ma le assicuro che il quartiere Pianura, ormai è stuprato da personaggi che fanno del delinquere, il loro monito, quindi se si potesse fare qualcosa, i cittadini ne sarebbero fieri.Grazie sempre e buona serata”.
Queste le parole dell’autore del video, che punta l’attenzione sulla difficile situazione in cui vivono i residenti del quartiere alla periferia occidentale di Napoli.
Le immagini del filmato sono molto forti, perché ritraggono i momenti immediatamente successi all’aggressione. Si vede la vittima a terra, in attesa di essere assistito dall’ambulanza e intorno una decina di persone, spaventate.
https://www.youtube.com/watch?v=5wBOgqz9lnQ

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox