• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

TAV: il treno della realtà all’incontrario non va

Di Enzo Salvà (---.---.---.87) 26 luglio 20:51
Enzo Salvà

Angelo Umana credo proprio che abbia ragione. Il TAC (treno alta capacità) serve a nulla, Lione —> Venezia, fine. Ma per favore, viene da piangere. Da vedere poi come e dove sistemeranno i Terminal di scambio strada-rotaia. 

700 km al massimo via strada, 20 miliardi di costo, 70% scuole italiane fuori norma anche dal punto di vista sismico, Ferrovie italiane nord sud e viceversa, quelle che contano, da terzo mondo .......... 

Meditate gente, meditate ................

La Lega esulta, la mangiatoia si riapre, i grilliani adesso sappiamo chi e cosa sono e siamo tutti felici e contenti .........

Un Saluto

Es.

ps: io di mestiere faccio lo spedizioniere in campo intermodale


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox