• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Mare Jonio, ai ragazzi e alle ragazze della nave: grazie!

Di paolo (---.---.---.49) 23 marzo 09:54

Sono d’accordo che Pignata non è un "nemico", semplicemente esprime una posizione che è comune a chi ha una visione religiosa intesa in senso lato, ovvero sia come valore trascendentale che come comunismo sociale. E’ un modo per autogratificarsi come " persona buona" in un mondo in cui l’egoismo e la cattiveria la fanno da padrone. Sotto sotto questa percezione autoconferisce un senso di superiorità morale nei confronti della "bestia " Salvini e dei suoi consimili, ovvero di tutti coloro che non si allineano al pensiero buonista di tipo boldriniano, o se vogliamo Casariniano tanto per rimanere sul tema.

E’ quindi del tutto evidente che soggetti di questo tipo non potranno mai avere un approccio razionale, né tanto meno scientifico, al problema della migrazione. Vanno per istinto, per sensibilità condizionante e ricercano nell’informazione tutto ciò che supporta il loro pensiero. Ovviamente diventano facile preda o perfino complici di chi, in modo viceversa assolutamente prosaico e razionale, sfrutta questa loro "debolezza", per scopi che sono tragicamente evidenti a chi vuol ( o può) vedere il fenomeno della migrazione in senso olistico.

saluto

P.S. Certo che replicare a commenti che spariscono demblèe sta diventando una faccenda surreale.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox