• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Credenti e non credenti: dove porta il dialogo Scalfari-Bergoglio (seconda parte)

Di Fabio Della Pergola (---.---.---.93) 20 settembre 2013 16:14
Fabio Della Pergola

Glielo spiego volentieri, gentile commentatore, perché non ho nessuna intenzione di lasciar perdere il ragionamento, che è facoltà umana capace di indagare e capire almeno fino a quando qualcuno - non dio (di cui non c’è traccia alcuna), ma essere umano in carne e ossa - non cerca di impedirlo.

Il motivo è che sono migliaia di anni che l’umanità è presa per i fondelli con la "voglia di Dio" - che è desiderio suo casomai, non mio - e che oggi riguarda anche parte non trascurabile del mondo laico, come cerco di dimostrare.

E cercherò di dimostrarlo al limite delle mie capacità (umane) perché sia chiara la trappola dei ragionamenti - che altri stanno facendo - in cui non c’è alcuna "strada d’amore", ma il solito, vecchio, imbroglio ideologico, semplicemente riverniciato di fresco. Papa vecchio, Papa nuovo e voilà il gioco è fatto. Il gioco delle tre carte.

Non mi chieda di rinunciare a pensare, caro commentatore, è un giochetto che non funziona.

Un caro saluto.
FDP


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox