• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Evviva il coraggio della dissidenza!

Di Geri Steve (---.---.---.35) 19 marzo 2013 14:46

grazie Paolo,
ho letto e apprezzato il tuo articolo su chi e cosa può esserci dietro Grillo
http://www.agoravox.it/Ma-insomma-c...
e anch’io sono preoccupato, molto più per Casaleggio che per Grillo: credo che il problema vero di Grillo sia che lui è del tutto impreparato a governare, e quindi il M5S gli sfugge di mano se affronta i problemi di governo .

Malgrado le mie preoccupazioni, confermo però un certo ottimismo sui grillini: Grillo voleva espellere in siberia i dissidenti, ma ha dovuto fare marcia indietro, e questo precedente conta.
Certo, la gran massa dei fan capisce soltanto i vaffanculo, crede davvero di poter ripianare le finanze italiane semplicemente tagliando i privilegi della casta, ma i cambiamenti non li fanno mai le maggioranze: bisogna guardare a quei pochi che ragionano e sanno ribellarsi.

Ti faccio un esempio storico: pensa a quanto erano acritici e omologati gli italiani negli anni 30-40, imbevuti di vent’anni di propaganda fascista; eppure, da quegli italiani è nata la resistenza partigiana. Certo, la guerra e l’invasione nazista li hanno aiutati ad aprire gli occhi, ma noi abbiamo la crisi, la disoccupazione, il non-governo che, con meno sangue, ci assomigliano.

Che berlusconi, mafia e fascismo siano rischi reali concordo, ma spero che proprio la realtà di quei rischi dia il coraggio della dissidenza.
Intanto, con l’articolo, ho reso pubblico il mio plauso ai primi dissidenti, e ce n’è bisogno: non si diventava partigiani soltanto per questioni di coscienza, anche l’approvazione della popolazione giocava un ruolo forte.

ciao, Geri

PS : la redazione di Agoravox non mi ha pubblicato il link delle "doparie", lo scrivo qui:

http://doparie.it


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox