• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Operai morti in Emilia: le lacrime di coccodrillo di chi oggi abbatte l’articolo 18

Di (---.---.---.13) 30 maggio 2012 16:25

Caro Davide come la sai lunga in quello che scrivi! E un complimento e non ironia di basso livello.Una visione che im molti hanno sotto gli occhi quasi sempre.Il legaccio del capretto e sicuro nell’attività di operaio.O così o iniziano i sabotaggi padronali.Comunque la gran parte delle colpe sempre imputabile a tutta la classe che a cascata arriva al vertice del potere.Parlo di formazione;controlli ;sindacalismo;e di ministeri. D’altro canto hanno già creato una classe di gente che la pensione non la vedrà mai.Sono arrivato ai 50 quasi e quello che vedo e spaventoso.Mi auguro solo che Grillo riesca ad invertire le menti di questo paese per dare una risposta se non a me almeno ai miei figli e ai figli di tutti.UN PAESE UNA VERGOGNA NAZIONALE IL COMPORTAMENTO DI TANTI AL POTERE.
Grazie per questo articolo così diretto.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.