• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

L’indifferenza araba rispetto all’Olocausto

Di (---.---.---.107) 29 gennaio 2012 14:55

Poi aggiungi: "

Inoltre il problema che a me premeva sottolineare era proprio il dare maggiore importanza alle persecuzioni in quanto avvenute contro una particolare etnia più che come progetto sistematico di distruzione e annientamento, che non è cominciato con la questione ebraica..." eccetera.

Quello che richiami è un problema storico enorme. La sistematicità e l’ampiezza dello sterminio ebraico sono un elemento importante, ma non caratterizzano lo sterminio degli ebrei. Pare che i belgi in Congo abbiano sterminato un numero addirittura superiore di indigeni durante la colonizzazione. Quello che caratterizza lo sterminio ebraico è la sua assoluta inutilità, come ha ricordato Yehoshua qualche giorno fa (cfr. Repubblica) “siamo morti per niente”.

Se si può parlare di un qualche “utile” (mi scuso per il termine, ma è necessario per farmi capire) - ad esempio appropriarsi di un territorio, delle risorse naturali, di ricchezze, di acqua, di qualsiasi cosa o per l’importanza strategica di quel posto o appropriarsi di mano d’opera per lavoro coatto o per procreare futuri schiavi, quindi anche donne eccetera eccetera – se si può parlare di un utile, dicevo, si possono trovare nella storia molti drammaticissimi avvenimenti, enormi spargimenti di sangue, persecuzioni e razzismo, ma non c’è niente che possa somigliare alla shoah. Che fu inutile e addirittura molto costosa perché impegnò decine di migliaia di uomini, interi convogli ferroviari, risorse economiche ecc., per trasportare persone (magari vecchi o malati) da un capo all’altro dell’europa... solo per ucciderli appena arrivati. Il tutto mentre il conflitto già volgeva al peggio e i costi relativi a questa operazione pesavano molto. A prima vista non sono “gli ebrei” l’originalità della shoah, ma l’assoluta, incongrua inutilità dell’azione messa in atto dai nazisti. Se si paragona questo sterminio ai molti altri accaduti non si fa un favore alle “altre vittime” dando loro la visibilità che meritano, semplicemente si perde la possibilità di capire l’unicità di questo “fatto”. Cioè si fa un pessimo lavoro da un punto di vista storico.



Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.