• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

OWS: gli scrittori occupano Wall Street e difendono la biblioteca del popolo

Di Damiano Mazzotti (---.---.---.43) 18 novembre 2011 18:57
Damiano Mazzotti

Mi sbaglierò, ma la guerra si vince lottando sullo stesso piano. La finanza e le grosse banche d’affari (sporchi) usano il denaro e noi dobbiamo usare il denaro il denaro e i boicottaggi per combattere le varie battaglie. Io sono uno che ama molto i libri e propri per questo ne conosco molto bene i difetti e i limiti. Purtoppo in molti casi i libri sono riduttivi e impediscono alle persone di discutere della realtà particolare delle cose e pure agire. Le chiacchiere sono una cosa e le discussioni mirate e le manifestazioni e i movimenti intelligenti sono un’altra cosa ancora.

Per capire meglio, bisognerebbe stare calmi e usare il cervello come i boscimani del Kalahari in Africa, che per salvarsi da un ampio incendio della savana, appiccano da subito un altro incendio davanti a loro, dopodiché aspettano che l’incendio si allontani e se ne stanno nella zona incenerita e aspettano che il primo incendio dietro di loro si esaurisca o passi abbastanza lontano da loro.

Presto arriverà l’incendio finanziario e noi cittadini dobbiamo stare molto uniti e dobbiamo lavorare tramite il Web per trovare il modo di salvare la pelle.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.