• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Libia: bombardamenti NATO, mercenari USA 1300 civili morti. Quello che i media non dicono

Di yepbo (---.---.---.223) 22 agosto 2011 23:51

Lo sanno anche gli idioti che, dove si spara ci sono dei morti, ma....se la NATO bombarda la casa di Gheddafi, che era in un quartiere con tante tante abitazioni estremamente vicine l’una all’altra, la NATO bombarda civili in un quartiere densamente popolato. Idem per il cosidetto compound, anch’esso in zona densamente popolata e trafficata. Per cui, quello che Lei definisce "supposto massacro", c’é , eccome se c’é. L’entità resterà sconosciuta, ma, basta conoscere i luoghi per poterlo immaginare.   Meno male che la NATO, i civili doveva difenderli. E qualche idiota pure ci crede!!!

Certo, chiunque abbia vissuto per qualche tempo in Libia, lavorando e vivendoci con i Libici, sà che, quella che viene spacciata per una guerra civile, in realtà, era una sommossa tribale di scarso significato. Alcune potenze, le stesse che probabilmente hanno fomentato tale sommossa, con una campagna di disinformazione scandalosa, hanno creato la giustificazione per un intervento. L’unica cosa ancor più scandalosa, é la facilità con cui il "parco buoi" si abbevera a tali notizie.

La realtà é che, questa non é una guerra civile, é un crimine, é la guerra di alcuni interessatissimi governi e loro giullari contro lo stato Libico ed il suo scomodo Leader. 


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox