• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Retroscena dell’omicidio Vassallo

Di Paolo Praolini (---.---.---.115) 8 settembre 2010 22:41
Paolo Praolini

Una testimonianza approfondita ed esaustiva che illumina su quanto sia profonda la penetrazione della malavita nella quotidianità che oggi ci circonda. Purtroppo quando la realtà sociale assume tali livelli di sfaldamento dello Stato sfido chiunque ad opporsi al fenomeno mafioso cercando di combatterlo. Da esterno a quelle realtà non posso giudicare ed assumere il solito freddo distacco e affermare che occorre opporsi e combattere il fenomeno camorristico dilagante, ciò che la mia morale mi impone.
Bisogna però vivere quotidianamente queste realtà e purtroppo i Vassallo sono casi sporadici ed eroici indubbiamente, ma sappiamo con certezza che con questi atteggiamenti in quelle zone avremo la coscienza a posto, ma mettiamo a repentaglio la ns vita e anche dei familiari.
Il gioco vale la candela?
Forse un giorno quando un ampio spettro della società avrà raggiunto un minimo di coscienza sul fenomeno malavitoso dell’intera Italia e non del solo meridione, qualcosa potrà cambiare.
Oggi siamo ben lungi dall’invertire la rotta, sono troppi i motivi per non farlo.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.