• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Lo scandalo Mondadori e le reticenze di Vittorio Feltri (e di molti altri)

Di Paolo Praolini (---.---.---.185) 19 agosto 2010 15:12
Paolo Praolini

Dal mio punto di vista Feltri non aveva bisogno del caso Montecarlo per delineare la sua propensione al denigrare gli avversari del Premier anche su inconsistenti ’verità’.
Il caso Boffo completò definitivamente la sua figura torbida all’interno del mondo dell’informazione, lontana dal giornalismo ed impararentata molto di più con una letteratura da chiacchiericcio ed indirizzata al gossip.
Questo caso lo sta riconfermando maestro di questo tipo di attività al limite della diffamazione.
Ma all’opinione pubblica questo sembra non importare, l’esercito dei Berluscones continua a dargli seguito.
Il Premier dopo aver sborsato tutti quel popò di soldini per stipendiare Feltri, sorride per i buoni risultati che l’investimento gli sta rendendo in termini politici.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.