• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

 Home page > Attualità > Cronaca > Strage di Viareggio | Colpevoli ma poco

Strage di Viareggio | Colpevoli ma poco

E' solo il primo grado.

"Stava finendo la giornata del 29 giugno 2009, come oggi il mese, quando è deragliato un treno che trasportava gpl, miscela di idrocarburi, gas di petrolio liquefatto. È esploso nella stazione di Viareggio, alle 23:50, provocando al momento 13 morti 35 feriti gravi 1.000 persone evacuate...". 

Scrivevo così il giorno dopo: le vittime diventarono 32.

La sentenza emessa oggi 31 gennaio, era per fare giustizia sul disastro che vedeva imputati 33 persone e 9 società: disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo, incendio colposo e lesioni personali colpose.

Scrivevo sempre il 30 giugno 2009: "Stavolta nessuna valigetta, nessun terrorista, nessun colpevole, solo il gpl che ancora brucia..."

145 udienze e la sentenza oggi: Colpevoli, ma poco. 7 anni per Mauro Moretti, ex amministratore delegato di Ferrovie dello Stato oggi presidente di Leonardo-Finmeccanica, e il PM ne aveva chiesti 16. E poi 10 assolti.

I familiari delle vittime sono arrivati in corteo al Polo fieristico, dove si svolgeva il processo con uno striscione "Viareggio 29-6-2009 niente sarà più come prima" con le foto di tutte e tutti, bambini compresi.

Killer fu il degrado. A Viareggio pioveva, oggi 31 gennaio.

Doriana Goracci
 

Commenti all'articolo

  • Di Doriana Goracci (---.---.---.200) 8 gennaio 19:53
    Doriana Goracci
    Quanto brucia il ricordo quanto fa male sapere poi...? E’ disperazione delle famiglie dei parenti degli amici morti in un rogo a Viareggio il 29 giugno 2009, pensate a quanti anni sono passati senza avere giustizia..., davanti al palazzo dalla Corte di Cassazione a Roma: prescritti gli omicidi colposi per il disastro ferroviario nel quale persero la vita 32 persone nel giugno del 2009, a Viareggio, a seguito dell’esclusione dell’aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza nel lavoro. La strage di Viareggio, è stata un sinistro ferroviario avvenuto la sera del 29 giugno 2009 che ha causato 32 morti: "Se così fosse confermato è una giornata nera. Noi speravamo nella giustizia. E’ chiaro che dobbiamo capire con i nostri avvocati cosa è successo. Ci sono state due sentenze che hanno lavorato per portare quello che è un giudizio nel merito della legge, tutto quello che sono i documenti, i periti, tutto quello che è stato fatto per far emergere la verità dei fatti. Periti da tutta Italia e Europa sono venuti a raccontare lo stato delle ferrovie. Oggi si scrive una parola triste perchè nuovamente la parola prescrizione torna in unprocesso così importante per il Paese". Lo ha detto Marco Piagentini, dell’associazione Il Mondo che vorrei onlus, che riunisce familiari delle vittime della strage di Viareggio del 29 giugno 2009 commentando la Cassazione.
    Ecco l’elenco delle Vittime

    Mohammed Ayad (51)
    Aziza Aboutalib (46)
    Hamza Ayad (17)
    Iman Ayad (3)
    Nadia Bernacchi (59)
    Claudio Bonuccelli (60)
    Abdellatif Boumalhaf (34)
    Nouredine Boumalhaf (29)
    Rosario Campo (42)
    Maria Luisa Carmazzi (49)
    Andrea Falorni (50)
    Alessandro Farnocchia (45)
    Antonio Farnocchia (51)
    Marina Galano (45)
    Ana Habic (42)
    Mario Pucci (90)
    Elena Iacopini (32)
    Federico Battistini (32)
    Emanuela Milazzo (63)
    Mauro Iacopini (60)
    Magdalena Cruz Ruiz Oliva (40)
    Ilaria Mazzoni (36)
    Michela Mazzoni (33)
    Emanuela Menichetti (21)
    Stefania Maccioni (40)
    Luca Piagentini (5)
    Lorenzo Piagentini (2)
    Rachid Moussafar (25)
    Sara Orsi (24)
    Roberta Calzoni (54)
    Elisabeth Silva (36)
    Quanto scrissi e ho aggiornato
  • Di Doriana Goracci (---.---.---.200) 8 gennaio 19:54
    Doriana Goracci
    Quanto brucia il ricordo quanto fa male sapere poi...? E’ disperazione delle famiglie dei parenti degli amici morti in un rogo a Viareggio il 29 giugno 2009, pensate a quanti anni sono passati senza avere giustizia..., davanti al palazzo dalla Corte di Cassazione a Roma: prescritti gli omicidi colposi per il disastro ferroviario nel quale persero la vita 32 persone nel giugno del 2009, a Viareggio, a seguito dell’esclusione dell’aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza nel lavoro. La strage di Viareggio, è stata un sinistro ferroviario avvenuto la sera del 29 giugno 2009 che ha causato 32 morti: "Se così fosse confermato è una giornata nera. Noi speravamo nella giustizia. E’ chiaro che dobbiamo capire con i nostri avvocati cosa è successo. Ci sono state due sentenze che hanno lavorato per portare quello che è un giudizio nel merito della legge, tutto quello che sono i documenti, i periti, tutto quello che è stato fatto per far emergere la verità dei fatti. Periti da tutta Italia e Europa sono venuti a raccontare lo stato delle ferrovie. Oggi si scrive una parola triste perchè nuovamente la parola prescrizione torna in unprocesso così importante per il Paese". Lo ha detto Marco Piagentini, dell’associazione Il Mondo che vorrei onlus, che riunisce familiari delle vittime della strage di Viareggio del 29 giugno 2009 commentando la Cassazione.
    Ecco l’elenco delle Vittime

    Mohammed Ayad (51)
    Aziza Aboutalib (46)
    Hamza Ayad (17)
    Iman Ayad (3)
    Nadia Bernacchi (59)
    Claudio Bonuccelli (60)
    Abdellatif Boumalhaf (34)
    Nouredine Boumalhaf (29)
    Rosario Campo (42)
    Maria Luisa Carmazzi (49)
    Andrea Falorni (50)
    Alessandro Farnocchia (45)
    Antonio Farnocchia (51)
    Marina Galano (45)
    Ana Habic (42)
    Mario Pucci (90)
    Elena Iacopini (32)
    Federico Battistini (32)
    Emanuela Milazzo (63)
    Mauro Iacopini (60)
    Magdalena Cruz Ruiz Oliva (40)
    Ilaria Mazzoni (36)
    Michela Mazzoni (33)
    Emanuela Menichetti (21)
    Stefania Maccioni (40)
    Luca Piagentini (5)
    Lorenzo Piagentini (2)
    Rachid Moussafar (25)
    Sara Orsi (24)
    Roberta Calzoni (54)
    Elisabeth Silva (36)
    Quanto scrissi e ho aggiornato

Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox


Pubblicità




Pubblicità



Palmares

Pubblicità