• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

vittorio

L'autore non ha inserito, ancora, una sua descrizione.

Statistiche

  • Primo articolo lunedì 08 Agosto 2012
  • Moderatore da giovedì 03 Marzo 2013
Articoli Da Articoli pubblicati Commenti pubblicati Commenti ricevuti
La registrazione 31 71 40
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0
Moderazione Da Articoli moderati Positivamente Negativamente
La registrazione 66 34 32
1 mese 0 0 0
5 giorni 0 0 0












Ultimi commenti

  • Di vittorio (---.---.---.64) 21 marzo 15:12

    NON SI FACCIA TROPPE ILLUSIONI CIRCA LECONSEGUENZE DELLE DIVERGENZE DEI GIALLO-VERDI PERCHE L’ELETTORE ITALIANO ORMAI ...O COLPEVOLMENTE NON VA A VOTARE .... O CONTINUA A BERE SLOGAN ELETTORALI URLATI MA INSULSI "NOI LA MAFIA NON LA TEMIAMO, LA COMBATTIAMO SIC!— DI MAIO IERI) O FALSI E GIA PRECEDENTEMENTE DISATTESI (LA FLAT TAX PER TUTTI CON COSTO OSCILLANTE DA 12 A 60 MILIARDI SALVINI IERI DA VESPA)

    SOLO IN AUTUNNO ANCHE I CITTADINI PIU DISATTENTI O INGENUI TOCCHERANNO CON MANO, GRAZIE ALLA LEGGE DI BILANCIO 2020, CHE "IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO" AVRA’ INCASINATO QUASI TUTTO ...SENZA PERALTRO NEPPURE "CANCELLARE LA FORNERO" O "ABOLIRE LA POVERTA’"!

  • Di vittorio (---.---.---.64) 21 marzo 14:54

    COMPLIMENTI SINCERI E VIVISSIMI ..... ANCHE PERCHE’ HA IL CORAGGIO DI DIRE COSE VERE E PERTANTO INVISE A GIORNALAI E POPULISTI.

    PURTROPPO PERO’ ORMAI IL 90% DELLE PERSONE NON LEGGE ARTICOLI DI APPROFONDIMENTO ..... MA SCORRE FRENETICAMENTE BATTUTE E SLOGAN FULMINANTI SU BLOGS E FACEBOOCK.

    PER QUANTO RIGUARDA LE DUE BANCHE TEDESCHE IL DISCORSO E’ PIU LUNGO E SIA GOVERNO FEDERALE CHE LANDER NON HANNO LA COSCIENZA PULITA !

  • Di vittorio (---.---.---.38) 20 marzo 14:48

    COMPLIMENTI . articolo assai concreto e lucido (come è appunto l’ottima e accorta lufthansa) ma proprio perchè lucido è "impopolare".

    Da oltre 20 anni ormai Aliitalia è un bagno di sangue (ma una cuccagna per i troppi dipendenti pagati molto più persino dei tedeschi !) per lo Stato (grazie a Fini che proibi riforme e cessioni), per i capitani coraggiosi (grazie a Berlusconi che glie la rifilò),per le FS che brucerebbero inutilmente miliardi di utili, per i contribuenti che dovranno presto subire altri salassi (grazie al prode Di Maio che miracolosamente risolve tutto tipo Ilva, Tap, TAV,Pernigotti, ecc. ma solo a parole!).

    Ma perché nessuno ha il coraggio di dire che l’unica via d’uscita è il fallimento, così come fece anni fa SWISSAIR poi rinata con altro nome una volta risanata e liberata di pesi morti ?

  • Di vittorio (---.---.---.92) 18 marzo 12:26

    Lei continua a "bufalare" attribuendo alla famiglia "naturale" europea il "vizio" di fare 9 o 10 figli quando invece la media è 1,5 figli e questo rappresenta un crescente problema economico e sociale. Le esternazioni pregresse di alcuni relatori che non tengo a conoscere e a considerare al di la del merito (significativi per l’europa ?) valgono forse quanto i pregressi "fuori dall’Euro" di Salvini e "via dall’Europa" di Di Maio ? Quando riflletto su temi basilari tipo la famiglia, la sanità, ecc. non ancoro il mio pensiero alle esternazioni di pochi personaggi magari mediatici ma non rappresentativi (come p.e. non lo sono i No-Vax ascientifici)

  • Di vittorio (---.---.---.157) 17 marzo 12:03

    Il rispetto delle minoranze (tale è il mondo LGBT) e delle unioni civili fra gay è segno di civiltà ed è dovuto senza se e senza ma ! Peraltro è assurdo e settario negare alla stragrande maggioranza delle famiglie "naturali" (perché mai ha tanta paura di definirle tali ?) il diritto di dire che preferiscono la famiglia fatta da una madre un padre e dei figli naturali. Attribuire al citato congresso o a qualsiasi paese europeo che pretendono "togliere diritti ai gay sino a chiederne il carcere a vita o la morte" è una bufala calunniosa; a meno che lei non sia in grado di documentare, nero su bianco, che simili atteggiamenti da integralista islamico esistono anche in europa

TEMATICHE DELL'AUTORE

Tribuna Libera Cultura Satira

Pubblicità



Pubblicità



Palmares

Pubblicità