• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Saviano, Pisani e il gomorrismo

Di Francesco Raiola (---.---.---.192) 16 ottobre 2009 13:26
Francesco Raiola

No forse non è chiaro il concetto. Prima di tutto che senso ha dire che nel libro bisognava parlare di questo o di quest’altro? Cioè veramente non capisco. Scusa ognuno scrive il libro che vuole! Cioè se io domani decido di scrivere un libro sulle gang della periferia di Verona, ci sarà sempre qualcuno che mi dice col dito alzato: "eh vabbè però l’edilizia a Verona...". Si chiama Benaltrismo. Non si può parlare di tutto lo scibile, quando scrivo un libro faccio una scelta. Scelgo tra tutto lo scibuile di cui posso parlare e parlo di quell’argomento.

Tu parti dal presupposto che Saviano volesse fare servizio pubblico. Sbagliato. Saviano voleva raccontare delle cose. Tutti i discorsi che fai sono ovviamente legati al post Gomorra, ma tutto quello che è successo non lo si sapeva prima di scrivere il libro. Ripeto Mondadori (MONDADORI) aveva stampato 5mila copie...

"Io non credo nel fatto che la scorta servi a Saviano". Lavori nei servizi? fai parte dell’Ucis? Fai parte di chi deve scegliere a chi dare la scorta? Pensi che Saviano sia un raccomandato? Credi che ci possano essere raccomandazioni per questa cosa?

Pisani, ricorda, ha detto che secondo lui (e non secondo altri, come abbiamo letto) quattro anni fa non c’erano le condizioni. Vorrei capire se sarebbe dello stesso avviso adesso.

"Constato che il suo libro ha venduto piu’ di un milione di copie e conosco PERSONALMENTE giornalisti che hanno fatto NOMI, che hanno fatto inchieste, che hanno denunciato, che sono stati minacciati, ma che la scorta non l’hanno avuta.". Ok il libro ha venduto (4 milioni nel mondo, giusto per dire che, insomma, forse un bel po’ di gente non sapeva veramente), e anche io conosco PERSONALMENTE giornalisti che hanno fatto i NOMI, e anche io sono di NAPOLI, ma non capisco qual è il punto. E’ colpa di saviano? E la domanda non è retorica!

"Saviano, a parer mio, non solo non ha scoperchiato nessuna pentola, ma non ha reso nemmeno un servizio pubblico". Parere leggittimo, che viene da una persona che vive a Napoli. Chi vive a domodossola probabilmente non si era mai posto il problema. E anche a Napoli conosco persone che non sapevano. La storia del "sapevano tutti" è veramente veramente stantìa. Sempre le solite critiche, mai che si entri nel merito. La Mondadori, tutti sapevano, perchè ha parlato di quello e non di quell’altro, etc etc etc.

In più per l’ennesima volta, Saviano è UNO SCRITTORE, non un inquirente, UNO SCRITTORE (odio usare i maiuscoli, ma mi prendo questa libertà che ti sei presa/o anche tu).

A chi ha dato fastidio? Beh chiediamolo a chi gli ha assegnato la scorta. Né io né tu possiamo saperlo.


Lasciare un commento




    Sostieni AgoraVox

    (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

    Attenzione: questo forum è uno spazio di dibattito civile che ha per obiettivo la crescita dell'articolo. Non esitate a segnalare gli abusi cliccando sul link in fondo ai commenti per segnalare qualsiai contenuto diffamatorio, ingiurioso, promozionale, razzista... Affinché sia soppresso nel minor tempo possibile.

    Sappiate anche che alcune informazioni sulla vostra connessione (come quelle sul vostro IP) saranno memorizzate e in parte pubblicate.

    I 5 commenti che ricevono più voti appariranno direttamente sotto l'articolo nello spazio I commenti migliori

    Un codice colorato permette di riconoscere:

    • I reporter che hanno già pubblicato un articolo
    • L'autore dell'aritcolo

    Se notate un bug non esitate a contattarci.