• AgoraVox su Twitter
  • RSS
  • Agoravox Mobile

Democrazia o Oligarchia?

Di Enzo Salvà (---.---.---.64) 21 maggio 11:02
Enzo Salvà

Continuo a ritenere che dichiarare i partiti i detentori del potere sia troppo spesso uno scaricabarile da parte dei cittadini che spesso sono disinteressati e seguono esclusivamente la propaganda. 

Personalità giuridica: effettivamente sono una libera associazione di cittadini ma devono avere uno Statuto, sono sottoposti alla legge, alla Commissione di Garanzia degli Statuti ed hanno una posizione fiscale.

Il potere dei partiti riguarda soprattutto i candidati ed il sistema delle candidature.

Qui sì che c’è, secondo me, il vero problema: vieni candidato se sei fedele non se condividi gli ideali di base del partito ma sei capace ed hai il carattere per opporti, anche in Parlamento, alla linea del partito forte del fatto che diventa prevalente la "rappresentanza della Nazione" 

Qui poi si innesca il problema del "vincolo di mandato" evocato e strenuamente voluto da qualche partito: questo sì che sarebbe uno stravolgimento della Costituzione.

In realtà, alla base di tutto c’è la decisione del cittadino che, nell’ampia offerta partitica, può sempre scegliere di non votare sempre per la solita bandierina.

Un Saluto, 

Es.


Lasciare un commento

Per commentare registrati al sito in alto a destra di questa pagina

Se non sei registrato puoi farlo qui


Sostieni la Fondazione AgoraVox